Arrivare sul Crodon del Gevero e trovarlo illuminato a giorno, stracolmo di volontari è stata una esperienza indimenticabile. E’ successo ieri sera sulle Prealpi di Cison di Valmarino, dove gli atleti si sono sfidati sui 5,2 km del primo Vertikal del Trail del Gevero. Partenza da piazza Roma e arrivo sul Crodon del Gevero, dopo aver percorso mille metri di dislivello positivo.

A trionfare nella categoria maschile è stato Gianpietro Barattin, che ha preceduto a pari merito Daniele Meneghel e Giorgio Dell’Osta Uzzel, terzo Eddj Nani. Per le donne Stephanie Jimenez ha preceduto Martina De Silvestro e Silvia Serafini.



Ma il mattatore della corsa è stato Moreno Pesce, atleta diversamente abile che si è arrampicato sulle creste cisonesi con un gamba artificiale. E cosa dire dell’organizzazione? Impeccabile. Illuminare a giorno una montagna impervia, portare in quota materiali, viveri, luci, musica e tanto calore umano è un’impresa pari a quella degli atleti.

Le immagini e le interviste ai protagonisti che Qdpnews.it  è riuscito a catturare (nel video sopra e nelle foto)  parlano da sole. Raccontano una storia unica dove il sudore degli atleti si è mescolato con le fatiche dei volontari rendendo questo primo Vertikal del Gevero unico.



(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it