Come un puzzle, pezzo dopo pezzo, la riqualificazione dell'area di "Case Marian" prende forma. Lo scorso anno, a luglio, alla presenza del critico d’arte Vittorio Sgarbi e del governatore del Veneto, Luca Zaia, venne inaugurato il restauro del corpo centrale e del portico dell’antica aia. Ed ora, a nemmeno un anno di distanza, sono in dirittura d’arrivo i lavori per il restauro dell’ex pollaio e per la creazione di un punto di informazione turistica su un’altra area restaurata del complesso, esterna al corpo centrale.

Entrambi i progetti dell’architetto Fabio Nassuato sono stati aggiudicati all’impresa Terna Costruzioni Srl, che si appresta a consegnare l’opera. E’ lo stesso sindaco Cristina Pin a dare le tempistiche e le destinazioni d’uso: "Dove c’era l’ex pollaio, abbiamo ricavato una sala polifunzionale (nella foto sopra), propedeutica ad ospitare non solo artigiani, ma anche altre iniziative che la Pro Loco vorrà realizzare, mentre per quanto riguarda la creazione del punto di informazione turistica (nella foto sotto),  ci vorrà qualche mese in più, ma per luglio contiamo di poter utilizzare anche queste strutture restaurate".

Cison di Valmarino Case marian infopoint

Sollecitata sul punto di informazione turistica, il sindaco Pin precisa: "L’intenzione è di tenerlo aperto tutta la settimana, stiamo studiando le modalità più idonee per poterlo fare".

L'ultima precisazione del primo cittadino è sull’ex pollaio, in quanto, vox populi  riporta perplessità in paese sulla struttura realizzata, ritenuta da molti impattante. Il primo cittadino replica così: "Il progetto è stato vagliato ed approvato dalla Soprintendenza ai Beni Ambientali di Venezia e questa per noi è la cosa importante alla quale ci siamo attenuti".

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it