adv spa

adv spa

 

adv spa

adv spa

 

Lacrime e commozione a Tovena per l’ultimo saluto a Roberto D’Agostin

Alle 14.30 Tovena si è fermata. Tantissime le persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto a Roberto D’Agostin, tragicamente deceduto in un incidente stradale nella notte tra venerdì e sabato scorso, talmente tante che ci sarebbero volute almeno due chiese per contenerle tutte.

“In momenti come questo le nostre parole sono ben povera cosa, è opportuno lasciar parlare il Signore”, così don Adriano Sant ha aperto l’omelia funebre, individuando nel brano del vangelo e nelle parole ”Venite a me voi tutti che siete stanchi e oppressi e io vi darò ristoro” una risposta di speranza.

Tovena funerale Roberto DAgostin
Don Adriano Sant ha poi letto un messaggio di saluto scritto da un amico, in cui si afferma che “il solo vederlo ti cambiava in meglio la giornata”, definendo queste parole “un programma di vita stupendo per tutti, ma soprattutto per i giovani”. Alla fine della celebrazione è stato letto un pensiero del papà, una struggente lettera d’amore di un padre che ha perso un figlio che amava profondamente, una lettera conclusa con le parole “sarai sempre nel mio cuore finché batterà”.

Al rintocco delle campane, portato a spalla dagli amici di sempre, il feretro è giunto al vicino cimitero di Tovena per l’ultima benedizione. C’è stato lo spazio per la lettura di altri commoventi saluti e poi le note della celebre canzone di Vasco Rossi “Vado al Massimo” hanno salutato Roberto, un giovane che era un inno alla vita, ad una vita da vivere appieno come dono supremo.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email
0
0
0
s2smodern

skin link