Non si ferma la lotta della Polizia locale contro l'utilizzo di sostanze stupefacenti nella zona del Coneglianese: questa mattina - nel corso di una serie di operazioni che sono state svolte dalle ore 7.30 fino alle 12 - sono state ben quattro le persone denunciate per uso privato di marijuana.


Tutto è iniziato questa mattina presto, quando in viale Spellanzon e in seguito a segnalazione di un consigliere comunale, quattro agenti in divisa e due in borghese, accompagnati da Diesel - un golden retriever dell'unità cinofila di Cimadolmo - hanno atteso gli studenti alle fermate degli autobus. Anche se l'operazione non ha condotto a nessun risultato, tale iniziativa si è guadagnata un certo plauso dai passanti che hanno assistito alle operazioni.


I risultati, invece, sono arrivati nelle ore successive: nell'area di parco Rocca è stato fermato R.P.R. - classe 1998 - con un grinder (strumento per sminuzzare la marijuana) e 0,3 grammi di marjiuana, mentre nella zona di San Martino A.F.A. - classe 1984 - girava munito di 0,15 grammi di hashish con P.M. - nativo del 1992 - anch'esso provvisto di 0,85 grammi della medesima sostanza.


Verso via Friuli, inoltre, M.N.O. - classe 1988 - aveva ben 6,5 grammi di hashish in tasca, risultata particolarmente pericolosa per via del principio attivo elevato emerso dall'analisi della sostanza.


Come ha sottolineato anche Claudio Mallamace, comandante della Polizia locale di Conegliano, "le operazioni antidroga proseguono e continueranno nel tempo ed è evidente, anche dai casi emersi stamane, l'efficacia dell'ausilio dell'unità cinofila".

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it