E’ successo una settimana fa di notte. Ignoti vandali si sono accaniti contro il viale di lagerstroemia in via Maestra, la “porta” di ingresso di nord-est a Follina per chi arriva da Vittorio Veneto. Lo spettacolo che si è presentato alla vista dei follinesi dopo il raid notturno è stato molto triste, con ben dieci piante divelte e spezzate.

La lagerstroemia è un piccolo albero originario della Cina, molto usato come pianta ornamentale in giardini e luoghi pubblici in quanto molto d’effetto, sia per il tronco liscio con ramificazioni tortuose, sia per i fiori con tonalità dal bianco al lilla, passando per il rosso.

Follina lagerstroemia 1
Il primo cittadino di Follina ha espresso tutta la sua amarezza per questo atto vandalico: “A causa dell’incoscienza di qualcuno siamo costretti a spendere del denaro pubblico per riparare dei danni, anziché fare altri interventi utili alla comunità”.

Il sindaco Collet prosegue poi con il suo ragionamento: “Andremo a sostituire le piante abbattute con delle altre analoghe, visto che fortunatamente qualche lagerstroemia è stata risparmiata. Non riesco proprio a capacitarmi delle ragioni che portano a commettere atti vandalici che riguardano anche il cimitero, dove spesso troviamo rifiuti abbandonati, uno vero e proprio sfregio ad un luogo sacro”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata). 
#Qdpnews.it