Violenza donne pugnoDopo la denuncia sporta dalla madre, stanca delle frequenti violenze subite dal figlio, era finito dietro le sbarre non più di due mesi fa. Un "soggiorno" breve, il suo, seguito da un decreto di allontanamento, che di fatto gli impediva di avvicinarsi alla mamma 64enne. Imposizione, al contrario, non rispettata dal 45enne di Moriago della Battaglia, che ieri è stato arrestato nuovamente dai Carabinieri e condotto nel carcere di Santa Bona a Treviso: ora, per rispodere dei fatti, è atteso in aula il prossimo 4 maggio.

All'inizio dello scorso febbraio, l'uomo era stato denunciato dalla madre, che dopo aver subito l'ennesimo sopruso tra le mure domestiche aveva trovato la forza di rivolgersi ai Carabinieri. Il 45enne, disoccupato e con problemi di tossicodipendenza, era così finito davanti al giudice per le indagini preliminari Angelo Mascolo, che aveva convalidato l'arresto dell'uomo, disponendo nei suoi confronti l'allontanamento dalla casa familiare ed il divieto di recarsi nei luoghi solitamente frequentati dalla madre.

Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti, la donna avrebbe subito aggressioni da parte del figlio per circa due anni. Il clima in casa si sarebbe fatto ulteriormente pesante dopo la perdita del lavoro del 45enne, fino ad un anno fa magazziniere. Complice la sua dipendenza da metadone, e senza uno stipendio fisso, le sue violenze si sarebbero fatte sempre più frequenti e violente. Un comportamento denunciato dalla madre poche settimane fa, quando non ricevendo il denaro chiesto, l'uomo avrebbe reagito aggredendola.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: web).