meteoQdp
domenica 17 dicembre 2017 - ORE 09:05
facebookQdp   twitterQdp   youtubeQdp   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   +39 392 3684152whatsappQdp   farmacieQdp

Qdpnews.it

Comune di Moriago -


Treviso Stazione CornudaDopo gli interventi nei giorni scorsi del gruppo di minoranza "Farra Bene Comune" di Farra di Soligo e del gruppo di maggioranza "Vivere Pieve" di Pieve di Soligo, anche dai banchi dell'opposizione di Moriago della Battaglia arriva un invito alla propria amministrazione comunale di attivarsi per ripristinare e potenziare la tratta ferroviara tra Belluno e Padova, con particolare riferimento alla stazione di Cornuda, particolarmente utilizzata anche dai pendolari (studenti e lavoratori) del Quartier del Piave diretti nella città del Santo.

Pubblichiamo qui di seguito il testo integrale della mozione presentata al sindaco Giuseppe Tonello dalla capogruppo della lista "Moriago Mosnigo Civica", Lina De Conti:

Il consiglio comunale, premesso che:

- è in fase di completamento il Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale (SFMR), nel quadrilatero Treviso–Castelfranco–Padova-Mestre, che grazie all’ammodernamento delle stazioni e delle linee ferroviarie permette un aumento della frequenza dei treni in tali tratte;
- dalle stazioni di Mestre e Padova partono i collegamenti ferroviari con le principali città italiane, quali Roma, Milano, Napoli, Firenze, Bologna, Bari;
- la stazione di Cornuda serve un bacino di utenza di circa 100.000 abitanti e ha una frequentazione molto alta sia nella direttrice per Padova che nella direttrice per Treviso;
- la frequentazione dei treni dal bellunese verso la pianura e viceversa può trarre beneficio da un potenziamento delle linee che dalla pianura salgono in montagna;
- l’orario ferroviario regionale, entrato in vigore il 14 dicembre 2015, ha previsto la soppressione delle corse dirette tra Belluno e Padova, imponendo il cambio obbligatorio a Montebelluna, fatte salve due sole corse, peraltro poste in orari di nessuna utilità per studenti e lavoratori;
- un orario siffatto, con rottura di carico a Montebelluna, penalizza un’area vastissima che ricomprende la pedemontana trevigiana, il Quartiere della Sinistra Piave, la Provincia di Belluno, di Trento e l’Altopiano dei Sette Comuni, prima normalmente serviti da tale tratta, col serio rischio di isolare un’area vasta, molto interessante dal punto di vista turistico e fittamente abitata;
- vi è un fortissimo interesse diffuso per il mantenimento del collegamento diretto sulla tratta Padova-Belluno, interesse già espresso dai molti amministratori e cittadini che si sono ritrovati il 21 novembre 2015 a Feltre per esprimere con forza e pubblicamente il proprio dissenso alle azioni intraprese de facto da Trenitalia;

considerato che:
· l’ambito pedemontano della marca trevigiana punta alla candidatura Unesco ed è a sua volta inserito tra due ambiti Unesco del massimo rilievo quali Venezia e le Dolomiti, rispetto ai quali per eventuali flussi turistici la stazione ferroviaria più prossima è Cornuda;
· è in fase di attuazione il completamento della ciclovia Venezia-Monaco, con percorso che in molti tratti è prossimo alla linea ferroviaria in questione;
· in altre realtà il potenziamento e l’elettrificazione della linea ferroviaria esistente hanno portato a benefici enormi per i pendolari ed incrementato i flussi turistici;
· il governo nazionale, come ha più volte dichiarato il ministro Delrio, ritiene il trasporto regionale su rotaia obiettivo strategico per il Paese, completamento indispensabile rispetto all’alta velocità, dimostrando questa volontà con il rifinanziamento del fondo per il TPL e con la volontà di arrivare a costi standard entro il gennaio 2016;
· lo stesso Ministro ritiene che debbano essere le Regioni a definire le loro priorità e strategie interne, mettendosi a disposizione per contribuire in modo sostanziale al finanziamento delle tratte;

impegna il sindaco di Moriago della Battaglia:
- ad attivarsi, in tutte le sedi competenti, sia al fine di garantire il ripristino dei collegamenti diretti Belluno-Padova, almeno negli orari cosiddetti di punta per i pendolari, sia al fine di garantire il proseguimento verso nord del progetto SFMR, potenziando le direttrici Castelfranco – Belluno e Treviso – Belluno;
- ad attivarsi affinché sia fatto uno studio di fattibilità per l’elettrificazione della linea verso nord, in prima battuta fino a Belluno e poi fino a Calalzo di Cadore;
- ad informare costantemente il Consiglio Comunale sulle iniziative intraprese e sulle risposte ricevute da Regione Veneto e Trenitalia;
- a trasmettere il presente ordine del giorno alla Giunta Regionale e a Trenitalia.

Lina De Conti
Gruppo consiliare "Moriago Mosnigo Civica"
_______________________

 
  Qdpnews.it è un progetto Dplay Srls. CHI SIAMO COLLEGAMENTI FOLLOW US UTILITÀ
 

Direttore responsabile Gianluca Renosto
Piazza Vittorio Emanuele II, 5
31053 Pieve di Soligo (TV)
® Riproduzione Riservata

> Chi siamo

> Privacy policy

> Cookie Policy

> Contatti

 

> Lettere alla redazione

> Pubblicità sul sito

> Codice di autoregolamentazione

> Amministrazione

 

> Facebook

> Youtube

> Google Plus

> Twitter

 

> Cerco adozione

> Farmacie di turno