meteoQdp
martedì 21 novembre 2017 - ORE 14:44
facebookQdp   twitterQdp   youtubeQdp   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   +39 392 3684152whatsappQdp   farmacieQdp

Qdpnews.it

Comune di: San Pietro di Feletto -


Settemila 200 metri quadri di territorio felettano potranno tornare agricoli per una minor capacità edificatoria di 8 mila 642 metri cubi grazie alla Variante Verde (la numero 2) adottata ieri, giovedì 18 maggio, dal consiglio comunale di San Pietro di Feletto. Sono al momento sette le istanze presentate di cui l’amministrazione comunale dovrà valutare l’ammissibilità ai sensi della normativa vigente.

Quelle che non potranno essere accolte verranno inserite nelle procedure previste dalla Variante Aree Agricole (la numero 3) in merito alla quale sempre ieri, alle 17, si è tenuto il primo incontro di concertazione con i cittadini, gli enti e le associazioni territorialmente competenti. L’incontro, che si è tenuto nella sala consiliare, ha visto la condivisione con la popolazione del “Documento del Sindaco” in cui sono inseriti obiettivi e finalità della proposta di variante alle zone agricole.

La Variante Aree Agricole prevede modifiche puntuali alla disciplina del Piano degli Interventi vigente in direzione di una maggior e valorizzazione del paesaggio agricolo e del contenimento del consumo di suolo. Tra le sue previsioni c’è anche la possibilità che i cittadini possano richiedere la riclassificazione dei fabbricati rurali non più funzionali alle esigenze dell’azienda agricola. A questo proposito l’amministrazione, il 16 maggio, ha pubblicato un avviso per comunicare alla popolazione che entro 15 giorni dalla data di pubblicazione (scadenza dunque il 31 maggio) possono presentare istanza di riclassificazione.

"Si tratta di un’opportunità di riordino urbanistico importante per il nostro territorio – spiega il sindaco Loris Dalto - in particolare nelle aree agricole dove ci sono edifici che hanno perso la funzionalità della destinazione d'uso agricola e quindi sono in disuso: potranno così essere riconvertiti ad attività compatibili con la zonizzazione prevista dalla pianificazione urbanistica".

Con questa variante si dà ad esempio la possibilità a chi ha una piccola stalla o un vecchio fienile di poterli riconvertire, generalmente in residenziale o altra destinazione compatibile con la zonizzazione del Piano degli Interventi, per pari volume e comunque con un massimo di 600 metri cubi.

(Fonte: Comune di San Pietro di Feletto).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

 
  Qdpnews.it è un progetto Dplay Srls. CHI SIAMO COLLEGAMENTI FOLLOW US UTILITÀ
 

Direttore responsabile Gianluca Renosto
Piazza Vittorio Emanuele II, 5
31053 Pieve di Soligo (TV)
® Riproduzione Riservata

> Chi siamo

> Privacy policy

> Cookie Policy

> Contatti

 

> Lettere alla redazione

> Pubblicità sul sito

> Codice di autoregolamentazione

> Amministrazione

 

> Facebook

> Youtube

> Google Plus

> Twitter

 

> Cerco adozione

> Farmacie di turno