meteoQdp
venerdì 20 ottobre 2017 - ORE 21:35
facebookQdp   twitterQdp   youtubeQdp   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   +39 392 3684152whatsappQdp   farmacieQdp

Qdpnews.it

Categoria: Sernaglia


Siamo giunti a oltre 3.000 firme per la petizione a sostegno di Valter Scapol (nella foto sopra),  presidente della Pro Loco di Refrontolo, firme che verranno consegnate al presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, affinché vengano prese in considerazione dal governo, ma l’ondata di solidarietà non si ferma certo qui.

Ieri sera, la 14esima festa delle Pro Loco del Quartier del Piave a Sernaglia della Battaglia, è stata l’occasione per riflettere su quanto il volontariato sia oggi messo a rischio: erano presenti all’appuntamento, oltre al mondo del volontarito locale (clicca qui per le loro parole), agli alpini di Sernaglia e delle zone limitrofe, tutti i sindaci e rappresentanti dell’area e figure istituzionali di livello provinciale, regionale e nazionale, per un totale di circa 500 persone accorse per un incontro di sottoscrizione del "Manifesto solidale e di buon senso"  promosso da Unpli Treviso, organizzato dal Comitato provinciale dell’Unione Nazionale delle Pro Loco italiane.

Sernaglia sindaci uniti per Pro Loco

Il sindaco di Sernaglia, Sonia Fregolent, ha rimarcato il fatto che “la normativa attualmente vigente deve essere modificata ed è doveroso, da parte delle istituzioni, dare il giusto peso alle questioni in base alle attività che uno svolge. Come amministrazione abbiamo cercato di fornire le linee guida per tutelare i nostri presidenti. Bisogna trovare il giusto equilibrio nel dare una corretta copertura e permettere, così, lo svolgimento delle attività. La speranza è che questi appuntamenti ritornino ad essere momenti di allegria e condivisione”.

Anche il vice presidente della provincia, Maurizio Bonotto, si è unito alle parole di sostegno a Scapol: “Capisco cosa significa contribuire gratuitamente alla comunità e mettiamoci tutti nei suoi panni: c’è tutta la solidarietà della provincia”. Visibilmente irritato per la faccenda, è stato l’assessore regionale Federico Caner, che ha affermato: “La Regione è qui presente e noi abbiamo la necessità di avere il mondo del volontariato. Ci sono delle leggi assurde e bisogna modificare le norme, qualcuno deve mettersi la mano sulla coscienza, ed è veramente fastidioso vedere come ormai oggi in Italia i delinquenti vengono tutelati, mentre le persone per bene sono massacrate e messe in galera. Bisogna scendere in piazza e andare di fronte al tribunale se serve, perché con il buonsenso le cose si possono gestire diversamente. Noi dobbiamo muoverci”.

Sernaglia Manifesto per pro Loco pubblico

Anche il senatore Franco Conte – che nel frattempo ha presentato nei giorni scorsi al governo la seconda interrogazione parlamentare, a distanza di un anno dalla prima e relativa alle intenzioni di provvedimento statale in merito alla vicenda – si è unito a questa ondata di solidarietà mista a indignazione per la situazione corrente: “Credo nella solidarietà e vedo come una persona diventi responsabile per il ruolo che esercita, ma queste sono norme fuori dal tempo, che vanno modificate. Alcune di esse risalgono addirittura ad un decreto regio degli anni Trenta e sono le stesse che regolano non solo il mondo delle Pro Loco, ma di tutte le associazioni. Quindi il mondo delle Pro Loco deve essere considerato assieme alla dimensione stessa dell’associazionismo. Mi dispiace che ora tutte le attività risultino sospese: riprendete con voi il coraggio e le vostre attività per far sentire l’urlo delle associazioni e bisogna organizzare una giornata in ricordo di quanto successo. Ho già parlato con alcuni colleghi in merito a questa situazione e non è così facile e immediato cambiare le cose, trattandosi di norme molto datate. Esprimo profonda solidarietà al mondo del volontariato e dico che i volontari vanno difesi”.

Una vicenda, quindi, quella di Scapol che ha fatto risvegliare le coscienze in merito alle responsabilità mal tutelate a cui i volontari si trovano sottoposti, volontari da sempre animati da passione ed entusiasmo, sentimenti che rischiano di andare a scemare di fronte alle possibili conseguenze che gravano su ognuno di loro.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

  Qdpnews.it è un progetto Dplay Srls. CHI SIAMO COLLEGAMENTI FOLLOW US UTILITÀ
 

Direttore responsabile Gianluca Renosto
Piazza Vittorio Emanuele II, 5
31053 Pieve di Soligo (TV)
® Riproduzione Riservata

> Chi siamo

> Privacy policy

> Cookie Policy

> Contatti

 

> Lettere alla redazione

> Pubblicità sul sito

> Codice di autoregolamentazione

> Amministrazione

 

> Facebook

> Youtube

> Google Plus

> Twitter

 

> Cerco adozione

> Farmacie di turno