meteoQdp
venerdì 20 ottobre 2017 - ORE 21:46
facebookQdp   twitterQdp   youtubeQdp   Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.   +39 392 3684152whatsappQdp   farmacieQdp

Qdpnews.it

Categoria: Susegana


Giuseppe “Bepi” Ros (nella foto d'epoca)  ha bisogno di aiuto. L’ex pugile 75enne, medaglia di bronzo alle olimpiadi di Tokyo del 1964 e campione italiano nei pesi massimi, è infatti bloccato dall’Alzheimer al pianterreno della sua casa di Susegana in via Casoni, dove vive accudito dalla moglie e dalla figlia.


La sua vicenda non ha lasciato indifferente il mondo del pugilato: Flavio Dell’Amore, giornalista sportivo di Forlì ed editore del portale online boxeringweb.net, ha dedicato al boxeur suseganese diversi articoli, lanciando più volte un appello per non lasciarlo solo. Gli interventi di Dell’Amore sono stati ripresi anche dal collega Dario Torromeo nel proprio blog.


“L’ex campione passa le sue giornate su una carrozzina, quasi sempre chiuso in una stanzetta rischiarata da sprazzi di luce che entrano da una finestra - scrive Dall’Amore, nel resoconto della sua visita a Bepi Ros lo scorso 26 maggio - Per arrivare al primo piano bisogna salire una rampa di scale. Facile per chi ha la fortuna di non avere impedimenti. Una barriera invalicabile per un disabile a cui sono negate anche le gioie più semplici”.


Dell’Amore si è fatto portavoce dei disagi che la famiglia sta vivendo, raccogliendo l’appello della moglie e della figlia di Bepi Ros: “Il nostro sogno è un montascale - dichiarano le due donne - Non siamo in grado di portarlo giù al pianterreno. Da mesi abbiamo problemi a cambiarlo, a curargli le piaghe perché avverte dolore e si ribella. Nelle prime ore del mattino ha barlumi di lucidità, durano mezz’ora, a volte anche meno. Poi sprofonda in una dolorosa assenza”.


Lo scorso 27 luglio, a riprova della fama internazionale del pugile trevigiano, Bepi Ros ha ricevuto la visita del 55enne colombiano Fidel Bassa, ex campione del mondo dei pesi mosca alla fine degli anni Ottanta. “Bepi Ros ci ha divertito, entusiasmato ed esaltato nei tempi in cui il mondo, per lui, girava dalla parte giusta. Adesso che si è fermato e il Bepi non può scendere, tocca a noi dargli una mano - conclude Flavio Dell’Amore - Se non altro in segno di riconoscenza per le emozioni che ci ha regalato”.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: www.sportenote.com).
#Qdpnews.it

  Qdpnews.it è un progetto Dplay Srls. CHI SIAMO COLLEGAMENTI FOLLOW US UTILITÀ
 

Direttore responsabile Gianluca Renosto
Piazza Vittorio Emanuele II, 5
31053 Pieve di Soligo (TV)
® Riproduzione Riservata

> Chi siamo

> Privacy policy

> Cookie Policy

> Contatti

 

> Lettere alla redazione

> Pubblicità sul sito

> Codice di autoregolamentazione

> Amministrazione

 

> Facebook

> Youtube

> Google Plus

> Twitter

 

> Cerco adozione

> Farmacie di turno