Una cerimonia partecipata quella di ieri sera, lunedì 4 dicembre, al Palaverde di Villorba, dove si sono radunati gli alpini e gli uomini della Protezione civile dell’Ana che hanno lavorato con impegno e passione durante l’Adunata nazionale che ha visto radunarsi a Treviso lo scorso maggio oltre 650 mila persone.


Il comitato organizzatore presieduto da Luigi Cailotto ha voluto omaggiare ogni singola penna nera con una pergamena personalizzata consegnata ieri ai diversi capigruppo zonali che a loro volta li doneranno ai singoli alpini, oltre tremila.

Alla cerimonia era presente il presidente nazionale dell’Ana Sebastiano Favero e i quattro presidenti delle sezioni che hanno organizzato l’Adunata: Raffaele Panno (Treviso), Giuseppe Benedetti (Conegliano), Valentino Baron (Valdobbiadene), Francesco Introvigne (Vittorio Veneto).

Villorba ringraziamento alpini
Ad aprire la serata, dopo il video realizzato da Gloria Aura Bortolini, i saluti del sindaco di Villorba Marco Serena, a nome degli altri sindaci presenti: Giovanni Manildo (Treviso), Fabio Chies (Conegliano), Luciano Fregonese (Valdobbiadne), Roberto Tonon (Vittorio Veneto). Al termine brindisi alpino con quattro ettolitri di vino e 700 bottiglie di prosecco, tremila panini e tremila tramezzini.


“Quella di Treviso è stata un’Adunata speciale nel centenario della Grande Guerra in cui tantissimi alpini si sono sacrificati per la Patria - dichiara Sebastiano Favero, presidente nazionale Ana - Ma ricordiamo che gli alpini che ieri hanno fatto la guerra sono uomini di pace ed oggi continuano il loro impegno in tanti settori, intervenendo nelle emergenze e sostenendo chi è in difficoltà”.

(Fonte e foto: Coa Treviso 2017).
#Qdpnews.it