A seguito dell’incontro svoltosi l’1 dicembre nella sede del ministero per gli Affari regionali, il presidente del Veneto, Luca Zaia (nella foto, a destra), ha inviato ieri, martedì 5 dicembre, al sottosegretario agli Affari regionali Gianclaudio Bressa (nella foto, a sinistra) una lettera con cui conferma la partecipazione dei tecnici della Regione Veneto ai tavoli tematici già avviati dal Governo con le Regioni Lombardia ed Emilia Romagna.


Ai tavoli già aperti insieme alle altre giunte regionali, ha ribadito Zaia, dovrà aggiungersi anche quello sulla sanità e il negoziato avverrà su tutte le 23 materie previste dalla Costituzione agli articoli 116, terzo comma, e seguenti, secondo “una calendarizzazione proposta anche a seguito del confronto con codesto Governo”.

"In qualità di estensore del comma terzo dell'articolo 116 della Costituzione - aveva dichiarato Bressa dopo l'incontro di venerdì 1 dicembre - sia a titolo personale che come rappresentante del presidente del Consiglio dei ministri Paolo Gentiloni, sono molto contento di questo primo incontro, che si è svolto in un clima cordiale e collaborativo. Oggi abbiamo concluso un primo confronto tecnico che consente al Veneto di affiancarsi a Emilia Romagna e a Lombardia nel percorso già avviato".

Sempre ieri, inoltre, si è tenuto l'incontro tecnico con il ministero sui temi dell'ambiente, durante il quale la Regione Veneto ha illustrato le ipotesi di autonomia in materia ambientale contenute nel testo normativo della legge regionale n. 43 (il progetto di legge per l'autonomia del Veneto), specificando per ogni articolo i contenuti e le richieste che intende avanzare.


(Fonte: Regione Veneto e ministero per gli Affari regionali).

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it