Siamo giunti alla terza edizione di Ride4Ail , iniziativa a scopo benefico in programma dal 30 giugno al 4 luglio 2018 e organizzata da Paolo Cescon (nella foto) in collaborazione con Sports for Fun e con molti ospiti del panorama dello spettacolo e della musica.

Come il celebre cantante Ron che lo stesso 30 giugno inaugurerà la kermesse con un concerto in piazza Vittorio Emanuele a Vazzola: una tappa inclusa nel suo tour ufficiale "Lucio!", dedicato all'intramontabile profilo di Lucio Dalla. A partire da domani, lunedì 23 aprile, i biglietti saranno disponibili sul circuito Vivaticket.

L'evento è patrocinato dall'Ail, lAassociazione italiana contro le leucemie e dalla sezione trevigiana che devolverà le donazioni al reparto di ematologia dell'ospedale di Treviso.

QDP. Come è nata l'idea di organizzare un appuntamento di questo tipo?
PC. Posso dire che è nato tutto per una scommessa fatta con i miei amici nel periodo in cui ero in cura per una patologia: da lì è sorta l'idea di raggiungere una specifica meta in bicicletta e istituire una raccolta fondi. Siamo giunti alla terza edizione e ogni anno cambiamo percorso.

QDP. Quest'anno dove andrete?
PC. Attraverseremo Veneto e Trentino, passando per Treviso, Verona, Vicenza, Garda, Trento, la zona della Marmolada, per poi fare ritorno mercoledì 4 luglio a Ca' del Poggio, a San Pietro di Feletto. Partiremo domenica 1 luglio.

QDP. Chi verrà con te in questa biciclettata di beneficenza?
PC. Saremo 15 biciclette e ci siamo ribattezzati come i Ride4Ail Friends, supportati da altre 15 bici. Poi è vero che a noi si sono avvicinati molti amici, sostenitori, sponsor e medici.

QDP. Parlaci di Ron: come si è presentata la possibilità di una sua partecipazione?
PC. L'abbiamo invitato al nostro evento, tentando l'approccio tramite il suo manager Luca Archetti e la proposta è stata accettata, tanto che la data del 30 giugno fa parte a tutti gli effetti delle date del suo tour ufficiale. Lui sposa in pieno la nostra idea.


Pieve Arianna Ceschin redazione

QDP. Torniamo al significato dell'evento: qual è l'obiettivo principale che si pone?
PC. Il cuore principale di Ride4Ail è quello di aiutare a fare del bene e a sostenere chi ha o ha avuto una particolare patologia: bisogna infondere forza e tenacia in queste persone. Si tratta di una biciclettata per la vita e il simbolo stesso che abbiamo adottato vuole rappresentare tale concetto: è bicicletta dalle ruote sorridenti che trascina un cuore. Posso dire che è un'azione di forza e amore. Anche la divisa ufficiale che indosseremo durante il percorso ciclistico ha un suo significato: se sul fronte ci sono due strade che s'incontrano e un cuore bianco su uno sfondo nero, c'è anche un richiamo al tricolore che rappresenta un certo orgoglio nazionale. Vogliamo far capire come siano necessarie forza ed energia per condurre i propri obiettivi e per questo sulla schiena appare la scritta in latino "Vedi, vidi, vici" che raffigura quello che è stato il mio percorso: bisogna fermarsi e dedicarsi a se stessi. C'è un legame tra il divertimento e la beneficenza, donando in un contesto dove si sta bene tutti insieme: il nostro appuntamento serve a diffondere un messaggio di forza.

QDP. Per gli spostamenti come vi siete organizzati?
PC. Abbiamo stipulato delle convenzioni con degli agriturismi veneti e trentini, avendo la possibilità di esplorare ambienti tipici della zona. Devo dire che ci sono tutti quanti venuti incontro e si sono rivelati disponibili a sostenerci.

QDP. Come si concluderà questa edizione di Ride 4 Ail?
PC. Dopo il nostro ritorno a Ca' del Poggio mercoledì 4 luglio, la stessa sera ci sposteremo a Cozzuolo all'agriturismo La Vigna di Sarah, dove con Andrea De Sabato, speaker di radio Rtl 102.5, faremo un Vintage party anni '70/'80/'90 a ingresso libero. De Sabato è il secondo anno che è con noi.

(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it