Un ottimo inizio per la 39esima edizione di Agrimont, il salone dell'agricoltura da montagna a Longarone, che nel weekend appena trascorso ha registrato un notevole afflusso di visitatori.

Sabato mattina 17 marzo al taglio del nastro c'era anche il governatore del Veneto Luca Zaia, assieme al presidente di Longarone Fiere Dolomiti Giorgio Balzan, al presidente della provincia di Belluno e sindaco di Longarone Roberto Padrin, al direttore di Veneto Agricoltura Alberto Negro, al presidente dei Bellunesi nel Mondo Oscar Del Bona, all'assessore all'agricoltura, caccia e pesca della Regione Veneto Giuseppe Pan e all'assessore all'Ambiente e protezione civile Gianpaolo Bottacin.


Il fine settimana è proseguito poi con l'ampia esposizione di prodotti, macchine e attrezzature per l'agricoltura con la possibilità di salire sugli ultimi modelli di trattori e di vedere tutto ciò che riguarda il mondo rurale montano e le novità del settore agricolo e forestale tipo motoseghe, decespugliatori, rasaerba, motofalciatrici, macchine per la fienagione, rimorchi.

Ma non solo, in questa fiera si possono trovare dagli attrezzi per la lavorazione della legna ai sistemi di riscaldamento più innovativi, alle attrezzature per il giardinaggio ed il florovivaismo, all'abbigliamento da lavoro. Non mancano inoltre i prodotti tipici come formaggi ed insaccati. Sono ben 270 i marchi aziendali proposti provenienti da 14 regioni italiane e da 13 Paesi esteri.

Presenti anche aziende fornitrici del comparto zootecnico e, in collaborazione con l'Associazione regionale allevatori del Veneto, un apposito spazio è dedicato alla tradizionale rassegna delle razze bovine, equine, ovi-caprine e avicole, che attira sempre l'attenzione delle famiglie che visitano la fiera, con delle attrazioni come le dimostrazioni di mascalcia equina.

Oltre a tutto ciò, la fiera è animata da una serie di eventi collaterali come convegni e approfondimenti sui problemi di convivenza con la fauna selvatica, le opportunità del Biodistretto ed i contributi del Piano di sviluppo rurale.


Durante le giornate di apertura lo stand della Coldiretti Belluno propone: “La cucina dei bambini” con la preparazione di alcuni piatti a chilometri zero per far conoscere e portare una sana alimentazione nelle scuole. Inoltre si svolgono dei “Cooking Show”, per dare l'opportunità di far conoscere gli agriturismi e la figura dell'Agrichef che prepara in diretta dei cibi con prodotti di eccellenza.

E ancora l'Istituto di formazione professionale per l'agricoltura, l'ambiente e le foreste “Antonia Della Lucia" di Feltre presenta alcune attività della scuola, come le dimostrazioni dell'innesto e della potatura.

Il 24 e 25 l'Arpav metterà a disposizione un laboratorio per le analisi del fieno e del mangime e domenica prossima si terrà anche la Giornata dell'apicoltura di montagna e, nel pomeriggio, alcuni coltivatori ed allevatori del Bellunese illustreranno le loro esperienze.

La fiera, divenuta un punto di riferimento per un settore fondamentale per lo sviluppo e la tutela del territorio sarà aperta il prossimo fine settimana, venerdì 23 dalle ore 14.30 alle 19 e sabato 24 e domenica 25 marzo dalle ore 9 alle 19.

(Fonte: Antonella Callegaro © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata). 
#Qdpnews.it