Saranno i carabinieri in congedo a dare il via allla serie di manifestazioni che accompagneranno l’attesa del Centenario della fine della Grande Guerra a Vittorio Veneto. 

Si apriranno il prossimo sabato 17 marzo 2018, infatti, le manifestazioni ufficiali della città, condivise e patrocinate dal Comune.

Non è stato definito un raduno, ma una solenne celebrazione dell’unità nazionale, nel giorno della costituzione dell’inno d’Italia e della bandiera. Ad ogni modo è previsto l’arrivo in città di diverse centinaia di rappresentanti dell’Arma, congedati e una folta rappresentanza delle diverse associazioni. coordinate dall’Assoarma.

Il programma è stato presentato nella mattinata di ieri in municipio dai presidenti delle sezioni di Conegliano e Vittorio Veneto dei carabinieri in congedo, Giancarlo Da Ros e Giovambattista Filippone, che hanno voluto contestualizzare la manifestazione con una donazione al Comune di un quadro evocativo della Grande Guerra ad opera dell’artista Cesare Baldassin che rappresenta un carabiniere nell’atto di soccorrere un fante ferito e imprigionato nel filo spinato.

Il concentramento del partecipanti è previsto per sabato mattina dalle 9.30 in viale della Vittoria, al monumento degli Artiglieri all’imbocco di via Cavour, dove si formerà il corteo per la sfilata in blocchi omogenei di rappresentative delle associazioni d’armi.

L’associazione nazionale Carabinieri sfilerà davanti, fino a piazza del Popolo, con una rappresentanza in divisa storica, il comandante provinciale colonnello Gaetano Vitucci e l’Ispettore regionale generale Enrico Vendramini. Quindi seguirà l’alzabandiera, il saluto del sindaco Roberto Tonon a cui poi sarà donato il quadro, e l’allocuzione storica ufficiale del colonnello Lorenzo Cadeddu, presidente del Centro studi storico-militari della Grande Guerra “Piero Pieri”.

(Fonte: redazione © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it