Era noto per essere stato il medico del Papa. Il dottor Antonio Da Ros (nella foto), morto oggi in ospedale dove era ricoverato da qualche giorno a 94 anni, era però anche un illustre clinico, medico di base e pediatra, di cui l’allora vescovo Albino Luciani diventò amico fraterno, e la sua scomparsa ha provocato il lutto nel mondo della medicina vittoriese.

Il dottor Da Ros, laureato a Padova nel 1948, era molto conosciuto non solo in città per la sua professionalità e semplicità, ma anche per essere stato alcuni anni in servizio all’ospedale civile di Serravalle.

Inevitabilmente il suo nome è stato più volte legato anche a papa Giovanni Paolo I, Albino Luciani: era stato il suo medico personale fin dal 1958, quando si conobbero, dopo che Luciani fu consacrato vescovo di Vittorio Veneto.

Poi, con visite regolari, Da Ros lo ha seguito nel 1969, quando fu patriarca di Venezia, e infine a Roma, quando il conclave proclamò Albino Luciani Papa. Una volta alla settimana, nei 33 giorni del pontificato, il dottor Da Ros si recò in Vaticano per tenere sotto controllo la salute dell’amico diventato capo della Chiesa Cattolica, e mancato in modo repentino troppo presto.

In pensione dal 1993, non ha smesso di dare consigli e consulenze a quanti lo cercavano, anche tra gli ex pazienti. Presidente del Lyon’s Club, fu sentito anche, nel 2006, dalla produzione della fiction televisiva su papa Luciani per avere una testimonianza diretta sulla vita del Papa.

Antonio Da Ros ha lasciato nel comprensibile dolore la moglie Lydia e le figlie Carla, Paola, Giovanna e Maretta, e le nipoti, che gli sono state vicine fino all’ultimo.

Il funerale verrà celebrato venerdì 18 maggio alle ore 15.30 nell’antica Pieve di Sant'Andrea di Bigonzo, la stessa chiesa dove domani sera, giovedì 17 maggio alle 20, sarà recitato il rosario.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Onoranze funebri D'Assiè).
#Qdpnews.it