Il direttore generale dell’Ulss 2 Francesco Benazzi in redazione: "A sistema il meglio delle tre vecchie Ulss"

Una conversazione sulla sanità locale tra punti di forza e criticità del sistema sanitario trevigiano. Questo il tema dell’incontro con il direttore generale dell’azienda Ulss 2 Marca Trevigiana, Francesco Benazzi, ospite d’eccezione nei giorni scorsi della redazione di Qdpnews.it.

Un’occasione per delineare lo stato dell’arte dell’Unità locale socio sanitaria, dopo l’unificazione delle tre diverse Ulss della Provincia avviata nel 2017.

“Credo che l’unificazione abbia portato un valore aggiunto - spiega Benazzi - perchè si stanno coniugando le buone pratiche che contraddistinguevano le tre Ulss. Abbiamo cercato di prendere le cose migliori di ognuna delle diverse realtà mettendole a sistema. Le vecchie Ulss possono diventare dei poli d’eccellenza dove gestire e suddividere al meglio i professionisti medici, anche in questo periodo di carenza di personale. Ne sia un esempio il polo di otorinolaringoiatria (Orl) a Vittorio Veneto candidato a diventare un riferimento nazionale anche per la chirurgia testa-collo”.

Poi il passaggio sulle criticità legate alla mancanza di medici. “L'attrattività resta importante - sottolinea il direttore generale - dobbiamo promuovere le specialità dell’Ulss 2 coinvolgendo primari rinomati che possano far avvicinare e crescere giovani medici. Chiaro che anche l'autonomia potrà aiutare a differenziare dal punto di vista stipendiale chi lavora in Veneto, come accade in altre regioni e province autonome e soprattutto all’estero”.

Quindi il riferimento all’attualità con il commento sul finanziamento di oltre 60 milioni di euro che il Comitato interministeriale per la programmazione economica (Cipe) ha destinato all’azienda sanitaria e che serviranno per rivoluzionare l’ospedale di Conegliano.

“La sanità veneta ha la fortuna di avere una azienda zero - prosegue il numero uno dell’Ulss 2 - che da la possibilità alle Ulss di reinvestire i soldi risparmiati. Ringrazio la giunta Zaia per aver ottenuto il contributo del Cipe a cui si sommano altri 22 milioni di euro di risparmio reinvestiti per quello che diventerà l’ospedale più performante della Regione Veneto".

Un'ospedale ad alta tecnologia, che pur rimanendo tale nel blocco principale con le sale operatore e la specialistica, creerà stanze con posti letto da 2 persone altamente monitorate e all’avanguardia sullo stile americano. Spazio anche a nuove sale ad alta tecnologia per fare di Conegliano un polo di eccellenza per la chirurgia vascolare e la robotica.

A seguire una panoramica sugli altri poli sanitari del territorio, tra Vittorio Veneto, Valdobbiadene e Pieve di Soligo.

“A Vittorio Veneto stiamo lavorando alla sistemazione di un piano all’anno - precisa Benazzi - rifacendo il reparto di ostetricia e ginecologia e programmando per quest’anno l’otorino. Inoltre stiamo investendo 5 milioni e mezzo di euro per l’antisismica e curando il potenziamento sale operatorie. A Valdobbiadene, in accordo con la Regione, stiamo rivedendo il protocollo d’intesa per affidare agli Istituti San Gregorio oltre all’Unità riabilitativa territoriale (Urt) anche altre attività sanitarie, investendo per aumentare la potenzialità di quel polo a servizio della cittadinanza. A Pieve di Soligo, nei locali dell’ex distretto, abbiamo attivato la medicina di gruppo con 14 medici, abbiamo inserito la guardia medica e con l’installazione di nuovi ascensori siamo al lavoro anche ai piani alti, dove già da due mesi è attiva la palestra di fisioterapia”.

In chiusura la riflessione sull'iniziativa “Dillo al direttore”, nata per accogliere le segnalazioni di un’utenza fatta da 900mila abitanti con 7 ospedali. “ Chiedo ai cittadini - chiosa il direttore generale - di portare pazienza e di capire che i nostri operatori sono sotto pressione per le criticità legate alla carenza di personale. L’augurio è che l’autonomia ci aiuti a reperire al più presto i medici mancanti, 136 nell’Ulss 2, per garantire il miglior servizio ai cittadini in termini di liste di attesa e bisogni”.

(Fonte: Gianluca Renosto © Qdpnews.it).
(Foto e video: Qdpnews.it ® riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email
Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.