Asolo, al via a novembre il progetto di CresciAMO insieme: incontri online per le neo mamme e le donne in dolce attesa

Non si fermano gli incontri di CresciAMO Insieme: al via nel mese di novembre la seconda edizione degli incontri dedicati alle mamme in dolce attesa e alle neo mamme.

"La personalità e le capacità affettive, cognitive e relazionali si sviluppano nei primi anni di vita dei bambini, com’è dimostrato da diversi studi - spiega Andrea Canil, assessore di Asolo alle politiche sociali -. Per questo è importante intervenire con iniziative di potenziamento della genitorialità come CresciAMO Insieme". 

Questo percorso mira a dare sostegno alle mamme in attesa e alle neo mamme di bambini da 0 a 18 mesi. Verranno affrontate le tematiche dell’allattamento, dello svezzamento e della nutrizione, dello sviluppo del linguaggio e delle letture adatte alla prima infanzia.

Queste scelte sono frutto di un dialogo con le destinatarie del progetto che hanno manifestato interesse per questi argomenti durante la scorsa edizione.

Il progetto, che avrà inizio nel mese di novembre, è infatti giunto alla seconda edizione, ed è promosso dall'Assessorato comunale alle Politiche Sociali insieme alla Biblioteca di Asolo.

L’80% di chi ha già partecipato al corso l’ha trovato molto utile in relazione al periodo che stava vivendo. Ad accompagnare le mamme in questo cammino ci sarà una vera e propria rete di esperti: il Poliambulatorio Logos, la Cooperativa Girotondo, l’Ulss 2, Ullallà Teatro e la biologa nutrizionista Chiara Dal Bello.

La squadra organizzativa è tutta al femminile: Annalisa Pinton, educatrice comunale, e Marialuisa Gazzola, responsabile della biblioteca, che hanno contattato i relatori, mentre Marilisa Lucchesi ha realizzato i disegni di presentazione degli incontri.


Gli appuntamenti erano previsti in presenza ma, visto l'aumento dei contagi da Coronavirus, saranno tenuti online.

Il progetto si colloca in un contesto più ampio, il cui scopo è accompagnare le nuove generazioni, permettendo loro di orientarsi tra le innumerevoli informazioni che si trovano su internet e creando relazioni e un senso di comunità.
 
Il 24 novembre, a ridosso della Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne, si terrà un incontro speciale, dedicato al cambiamento che la maternità comporta nella vita delle donne in questo periodo storico. L’evento si inserisce nella campagna di sensibilizzazione sulla violenza di genere “Libertà di essere”.

Questo perché il periodo della gravidanza e dei primi mesi di vita dei neonati è delicato per le coppie, e possono crearsi dinamiche negative.
Infatti, come afferma Laura Miotto, operatrice del centro Antiviolenza Stella Antares, la seconda causa di morte in gravidanza è la violenza.

"Lo scopo dell’incontro - dichiara Annalisa Pinton - è sensibilizzare su questo tema perché diventi cultura, per smettere di dire "domani cambierà" e cominciare a denunciare quando le cose non funzionano".

(Fonte: Redazione © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport