Disconoscimento del 110%: conseguenze

  • Le numerose modifiche normative e gli altalenanti chiarimenti dell’Agenzia delle Entrate sono la testimonianza di una situazione di incertezza normativa nella disciplina del 110%, tale da configurare, nelle ipotesi meno gravi e più frequenti, le cause di non punibilità del contribuente.
  • Le continue modifiche normative alla disciplina del superbonus e della cessione dei crediti (artt.119 e 121, D.L. 34/2020) possono essere agevolmente riconducibili a quanto previsto dall’art. 6, c. 2 Ds.Lgs. 472/1997 in tema di cause di non punibilità.
  • In questi casi, oltre alla revoca del beneficio, il contribuente anche l’accusa di utilizzo di credito inesistente, con il conseguente e gravoso apparato sanzionatorio sia amministrativo che penale. In queste situazioni non dovrebbe negarsi, già in sede di recupero del bonus da parte della stessa Agenzia delle Entrate, l’esimente sanzionatoria delle obiettive condizioni di incertezza sull’ambito di applicazione delle disposizioni in materia di superbonus 110% e di cessione del credito.

    Autore: Sistemo Ratio Centro Studi Castelli
Total
4
Shares
Articoli correlati