Maze, virus che si camuffa da Agenzia delle Entrate

• Si sta diffondendo in Italia il ransomware MAze che si presenta come una comunicazione ufficiale dell'Agenzia delle Entrate. Lo segnala Cert-Pa.

• Il pericolo non è contenuto nella comunicazione, che copia il logo istituzionale dell'AdE, ma nell'allegato: è un file Word dal nome Verdi.doc, se aperto fa scaricare Maze.

• Il ransomware è un virus che prende in ostaggio i pc o smartphone e ne cripta i file contenuti: per riaverli bisogna pagare un riscatto ai cybercriminali. Tra i file cifrati, ne compare uno denominato Decrypt-files.txt contenente le istruzioni per pagare il riscatto e acquistare la chiave privata necessaria per decriptare i file.

• Per cercare di sembrare più verosimile, il messaggio che distribuisce Maze si appoggia a 3 domini registrati a ottobre 2019: agenziaentrateinformazioni.icu, agenziaentrate.icu e agenziainformazioni.icu. Al momento non è stato creato uno strumento per difendersi. MAze sfrutta una vulnerabilità di Flash Player.

Print Friendly, PDF & Email

qdp beninformati famiglia

qdp beninformati quotidiano

qdp beninformati ecomia verde

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.