Report Ambrosetti sul valore nella filiera agroalimentare

• Ogni € 100 spesi dagli italiani per consumi agroalimentari, solo 90 centesimi finiscono nelle tasche degli agricoltori. A dirlo è il rapporto “La creazione di valore lungo la filiera agroalimentare estesa in Italia” realizzato da The European House - Ambrosetti.

• Nel dettaglio, ogni € 100 di consumi alimentari, il 32,8% remunera i fornitori di logistica, packaging e utenze, il 31,6% il personale della filiera, il 19,9% le casse dello Stato, l’8,3% i fornitori di macchinari e immobili, l’1,2% le banche, l’1,1% le importazioni nette e solo il 5,1% gli operatori di tutta la filiera agroalimentare estesa.

• € 5,1 di utile per ogni € 100 di consumi alimentari, si ripartiscono nelle seguenti proporzioni: l’industria di trasformazione ottiene la quota maggiore, pari al 43,1%; il 19,6% va all’intermediazione (grossisti e intermediari in ambito di agricoltura, industria e commercio); il 17,7% all’agricoltura; l’11,8% alla distribuzione e il 7,8% alla ristorazione.

• La quota maggiore degli utili dunque va all’industria, che cresce del +4,9%, mentre la tendenza degli ultimi 6 anni vede la quota di utile di filiera della distribuzione ridursi del 9,9%.

Print Friendly, PDF & Email
qdp beninformati famiglia
qdp beninformati quotidiano
qdp beninformati ecomia verde