Bonus bici? Pedalare (in 2 step)

Dal 4.05.2020 al 3.11.2020 possibilità di scegliere tra qualsiasi fornitore e ci si vedrà accreditare direttamente il bonus. Dal 4.11.2020 al 31.12.2020 si potrà scegliere nel paniere dei fornitori accreditati, pagando già la fattura scontata.

Lo scorso 5.09.2020 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l'atteso decreto attuativo del Ministero dell'Ambiente per il cosiddetto Bonus Mobilità 2020 (D.M. 14.08.2020). Verrà predisposta un'applicazione web che consenta di gestire il buono in 2 modalità, attraverso lo sconto diretto del fornitore (che poi a sua volta riceverà il buono del 60%) o attraverso l'attribuzione del buono direttamente sul proprio conto corrente.

Pertanto, la richiesta del bonus avverrà con 2 distinte modalità a seconda del periodo, ossia della fase in cui viene richiesto il riconoscimento.

1^ fase - Nella prima fase che va dal 4.05.2020 al 3.11.2020 sarà possibile acquistare biciclette tradizionali o a pedalata assistita, monopattini, segway, hoverboard, ecc. o servizi di sharing di bici o moto (non di auto) presso qualsiasi fornitore, pagare il prezzo intero e successivamente, quando sarà operativa l'applicazione (e non oltre il 31.12.2020) sarà possibile registrarsi attraverso Spid, presentare istanza di rimborso e richiedere un buono pari al 60% della spesa sostenuta (fino a un massimo di 500 euro), allegando copia della fattura e indicando il proprio Iban.

2^ fase - Nella seconda fase che va dal 4.11.2020 al 31.12.2020 sarà possibile acquistare il mezzo o il servizio soltanto da fornitori che si saranno accreditati sull'applicazione (a partire dal 20.10.2020) e che quindi verranno inseriti in apposito elenco consultabile tramite l'applicazione stessa. L'acquirente, quindi, si registrerà nell'applicazione, sempre tramite Spid, e il Ministero attraverso l'app gli attribuirà il buono. L'acquirente mostrerà il buono al fornitore prescelto (entro 30 giorni dall'emissione del buono, pena l'annullamento del buono) e sarà il fornitore ad applicare lo sconto in fattura all'acquirente e poi a ricevere l'importo del buono dal Ministero attraverso l'app. I fornitori potranno richiedere il saldo totale dell'importo maturato entro il 31.03.2021.

Si ricorda che i buoni saranno emessi secondo l'ordine cronologico fino a esaurimento delle risorse disponibili che, per l'anno 2020, sono di 210 milioni di Euro. Possono accedere i cittadini maggiorenni che hanno la residenza (e non il domicilio) nei capoluoghi di Regione (anche sotto i 50.000 abitanti), di Provincia (anche sotto i 50.000 abitanti), nei Comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti e nei comuni delle Città metropolitane (anche sotto i 50.000 abitanti).

Si ricorda, inoltre, che il bonus spetta anche per l'acquisto di bici tradizionali o a pedalata assistita, con motore elettrico di potenza massima pari a 0,25 kW e assistenza fino alla velocità di 25 km/h, sia nuove che usate (serve sempre l'idonea fattura), di handbike, sempre nuove o usate, monopattini, hoverboard, segway, ecc. (nuovi o usati) e per l'acquisto di servizi di sharing (non di car-sharing), mentre non spetta per l'acquisto di accessori e componentistica, telai, ruote, motori elettrici, caschi, batterie, catene, lucchetti, ecc.


Autore: Paolo Meneghetti - Vittoria Meneghetti - Sistema Ratio Centro Studi Castelli Srl

Print Friendly, PDF & Email
qdp beninformati famiglia
qdp beninformati quotidiano
qdp beninformati ecomia verde