Precoma chiude il dibattito sui centri estivi a Caerano elencando i motivi della non idoneità dei luoghi

A Caerano di San Marco, l’ultima risposta del sindaco mette fine, molto probabilmente, alla lunga discussione tra maggioranza e minoranza sui centri estivi.

Un lungo confronto, iniziato ancora a fine maggio, quando la minoranza aveva espresso la sua preoccupazione sull’organizzazione dei centri estivi a causa del Covid. A quanto pare, però, l’emergenza sanitaria è stata solo una delle tante cause ostative alla realizzazione dei centri estivi a Caerano di San Marco.

Sì perché, oltre ai problemi di distanziamento sociale, da questo mese la scuola primaria e la scuola media sono inaccessibili a causa dei nuovi lavori di ristrutturazione e adeguamento sismico. E non è tutto.

A quanto pare, infatti, ad essere inadatte sono anche altre strutture pubbliche, che erano state proposte in una interpellanza sottoscritta dal gruppo di minoranza, che chiedeva di chiarire i motivi per cui tali strutture risultassero inidonee.

I motivi per i quali gli immobili indicati non sono stati ritenuti idonei a ospitare attività di centri estivi comunali - ha spiegato Gianni Precoma, sindaco di Caerano - sono i seguenti: in entrambi i plessi delle scuole primaria e medie sono in corso i traslochi degli arredi delle aule, uffici, archivi etc. e i lavori di sistemazione e di adeguamento alle norme anti Covid-19 vigenti dei nuovi locali individuati in previsione del prossimo anno scolastico; negli impianti sportivi di via della Pace sono in corso lavori di adeguamento degli impianti termici e di sostituzione della centrale termica; il parco e il teatro di Villa Benzi risultano non idonei per la finalità richiesta in quanto privi di servizi igienici adeguati alla normativa vigente in tema sanitario e di sicurezza, ed in particolare al D.M. 05/07/1975 e s.m.i. e D.Lgs. 81/2008”.

Infine, conclude il sindaco:  Presso la sala polifunzionale di via Fra’ sono in corso dei lavori di adeguamento alle norme di sicurezza al fine dell’ottenimento del rinnovo della certificazione antincendio”.

 

(Fonte: Sara Surian © Qdpnews.it).
(Foto: Archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport