Due giovani cervi di 3 e 4 anni, caduti durante la scorsa notte nel canale dell’Enel a Cappella Maggiore, sono stati ripescati nella prima mattina di oggi dai Vigili del fuoco e dalla polizia provinciale, allertata da alcuni passanti, nel bacino di via Castelletto dove era stati fermati dalle grate mentre combattevano con la corrente dell’acqua.

I due animali erano allo stremo ma sono stati giudicati, una volta tratti a riva, in buona salute dal veterinario fatto arrivare dalla polizia provinciale, per cui la loro liberazione è stata immediata.

Secondo la guardia provinciale i due cervi, hanno cercato l’autonomia allontanandosi dal branco in Cansiglio, forse si sono anche scontrati e nella foga sono scivolati nel canale di irrigazione che costeggia via Castelletto, trascinati per un lungo tratto dalla corrente.

Sono stati a galleggiare nella vasca con l’acqua alta parecchi metri probabilmente per ore, e solo la forte fibra li ha tenuti a galla fino al salvataggio.

I vigili del fuoco del distaccamento di Vittorio Veneto, intervenuti, li hanno agganciati al palco delle corna e li hanno tratti a riva, non senza qualche difficoltà. I due ungulati, in effetti terrorizzati, erano anche di buona stazza e pesanti.

Sono stati bendati e trasportati a bordo di un furgone della guardia provinciale che li ha condotti fino alle pendici della boscaglia sul Pizzoc in località Sonego, dove sono stati liberati.

(Fonte: redazione Qdpnews.it).
(Foto: Vigili del fuoco).
#Qdpnews.it