Cappella Maggiore, le videocamere del Comune smascherano il pirata della strada di Anzano: è un 78enne della zona

Mentre in questi giorni si sono susseguiti una serie di incidenti stradali, investimenti sulle strisce in particolare, con la fuga dei responsabili, da Cappella Maggiore è arrivata la prima risposta dei carabinieri del comando vittoriese di via Boni.

E' stato rintracciato e denunciato il responsabile dell’investimento in via Anzano, dove il pensionato E.E. di 63 anni, (qui l’articolo) è stato investito da un’auto scura, poco più di una utilitaria proveniente da Fregona.

Lo hanno smascherato le immagini delle videocamere di sorveglianza stradale del Comune, che a differenza di quanto si era in un primo momento diffuso, funzionavano benissimo e hanno ripreso la drammatica scena.

L’automobilista, che dalle immagini si è certamente accorto di aver travolto il pedone, si è allontanato immediatamente in direzione di Vittorio Veneto.

Chiaro il numero di targa del proprietario sul quale i carabinieri hanno subito avviato le indagini per capire chi era alla guida dell’auto in quel momento.

E infatti questa mattina i militari  del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vittorio Veneto, al termine delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso un cittadino classe 1941 residente nel vittoriese, pare a Fregona,  che si è reso responsabile dell’investimento del pensionato che ha riportato un trauma cranico e prognosi di 15 giorni salvo complicazioni.

Per lui i reati contestati sono le lesioni personali, la fuga a seguito di incidente stradale e l’omissione di soccorso.

L’identificazione dell’autore è avvenuta oltre che per la visione delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona anche dalle testimonianze raccolte dagli automobilisti che hanno assistito al fatto.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it). 
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport