Cappella Maggiore, denunciato un 35enne per tentata truffa dello specchietto a un pensionato

  • Cappella Maggiore
  • - 18 Gennaio 2020

I Carabinieri della Stazione di Cordignano, al termine delle attività di indagine, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso il soggetto U. A. (classe 1984), originario di Noto, disoccupato, pregiudicato, senza fissa dimora. Il reato contestato è la tentata truffa.

L’episodio risale allo scorso 15 luglio 2019, quando un soggetto italiano classe 1943 pensionato residente a Cappella Maggiore, verso le ore 08.40 circa si trovava a bordo e alla guida della sua automobile e stava percorrendo via Cal de Boz nel comune di Cappella Maggiore.

Ad un certo punto veniva bruscamente sorpassato da un’automobile Volkswagen Golf di colore chiaro, sicuramente bianca, che lo lasciava perplesso.

Una volta immesso nella via Livel, all’altezza delle scuole medie, udiva un forte colpo sulla carrozzeria, e, a ciglio strada parcheggiata la Volkswagen Golf di colore bianco di cui sopra, con a bordo, seduto a lato guida, un uomo che stava osservando la strada.

Il conducente percorreva pochi metri e si fermava lungo la via Santa Apollonia, in quanto quell’automobilista si era posto al suo inseguimento, segnalando la sua presenza da dietro con colpi di fari e facendogli segno di fermarsi.

Per comprendere ciò che voleva, il pensionato accostava la sua automobile a ciglio strada, scendeva e veniva raggiunto da quell’automobilista, il quale affermava che aveva urtato lo specchietto della sua autovettura e che intendeva essere risarcito con un corrispettivo di 260 euro.

L'anziano osservava quell’uomo esterrefatto, in considerazione che era certo di non averlo urtato durante la marcia. Ciò nonostante, questi, gli faceva osservare che sul suo specchietto era rimasto un segno e nell’osservarlo, il pensionato si rendeva conto che era del grasso.

Certo del suo agire, il pensionato telefonava al suo carrozziere di fiducia per far osservare a quest’ultimo i danni lamentati da quell’uomo.

Quest’ultimo mentre era in corso la telefonata, gli domandava a chi stesse telefonando e una volta comprese le sue intenzioni desisteva risalendo a bordo della sua automobile Volkswagen Golf di colore bianco, ripartendo bruscamente con sgommata con direzione di marcia verso Anzano di Cappella Maggiore.

Il pensionato ha successivamente riferito che era in grado di riconoscere l’ignoto automobilista, resosi responsabile del reato di tentata truffa, che così lo descriveva: maschio dell’apparente età di 30/40 anni, di media corporatura, col viso paffutello, di carnagione olivastra tendente allo scuro, capelli corti e scuri, occhi scuro e barba di 3/4 giorni, parlava con accento del sud Italia, alto 170 cm circa, aveva la particolarità del naso aquilino, vestiva sportivo.

Sulla base della descrizione fornita e del modus operandi messo in atto, i Carabinieri della Stazione di Cordignano hanno sottoposto un fascicolo fotografico in visione al pensionato il quale riconosceva senza ombra di dubbio U.A., già noto per i suoi precedenti di truffe e tentate truffe con la tecnica dello specchietto.

(Fonte e foto: Compagnia Carabinieri di Vittorio Veneto).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, il fuoco non spegne il "Futbol Latino": il calcio a 5 torna per la 16ma edizione

  • Cappella Maggiore
  • - 14 Gennaio 2020

Parte il sedicesimo anno per il torneo di calcio a cinque che accoglie e raccoglie circa duecento ragazzi divisi in sedici squadre, oltre a una nutrita partecipazione di pubblico che si da appuntamento ogni venerdi sera e sabato pomeriggio.

Un target prevalentemente composto da ex giocatori di calcio a undici e tanta qualità. Il torneo "Futbol Latino" si svolge presso gli impianti di Anzano di Cappella Maggiore, proprio quegli impianti che due anni fa andarono a fuoco e misero a dura prova la resistenza e la continuazione dell'attività della famiglia De Noni, gestore della struttura.

Eppure la voglia di fare sport, di continuare a incontrare i numerosissimi giocatori e il famoso torneo hanno evitato che il sipario si chiudesse sul Futbol Latino.

Bruno De Noni, co-organizzatore del torneo insieme a Stefano Testa, ricorda i tempi bui di due anni fa e tutto lo strascico di conseguenze dettate da quell'incendio.

"Abbiamo saputo - spiega Bruno - reagire con la necessaria forza, corroborati dalla vicinanza di tutti gli sportivi che, quotidianamente, vengono a giocare sui nostri campi".

Il torneo Futbol, a margine, rimane una sana occasione per ritrovarsi e stare in compagnia. Per gli amanti della cronaca diciamo che la formula del torneo prevede un girone "all'italiana" con gare di sole andata e poi la seconda fase,con finalissima prevista per fine maggio.

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Web).
Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore: 62enne investito sulle strisce pedonali, i carabinieri stanno cercando l'auto pirata

  • Cappella Maggiore
  • - 07 Gennaio 2020

Travolto sulle strisce pedonali da un’auto pirata in via Anzano, un 62enne di Cappella Maggiore è ricoverato all’ospedale di Costa per accertamenti a seguito del brutto trauma cranico riportato.

È successo questa mattina, verso le 10,15  quando E.E. residente nella zona ha iniziato ad attraversare all’altezza delle strisce pedonali della rotatoria situata all’incrocio tra via Anzano e la provinciale 422 del Cansiglio, davanti al locale Steakhouse.

In quel momento stava scendendo sulla provinciale una vettura da Fregona diretta verso Vittorio Veneto, che probabilmente per la velocità o la disattenzione, lo dovranno appurare le indagini dei carabinieri, ha investito l’uomo, che cadendo ha battuto violentemente la testa a terra, ed ha proseguito inopinatamente la sua corsa.

Lo sfortunato pedone è stato subito soccorso da alcuni testimoni e dalla conducente della vettura che seguiva l’investitore: sul posto è arrivata dal vicino ospedale l’ambulanza del Suem che dopo aver stabilizzato il ferito, che sembra sia rimasto sempre cosciente, lo ha trasportato al pronto soccorso dove è stato tenuto in osservazione, e non dovrebbe comunque correre pericolo di vita.

Nel frattempo è arrivata anche la pattuglia del nucleo Radiomobile dei carabinieri per i rilievi e per raccogliere le testimonianze utili alla ricerca del pirata e della sua auto un'utilitaria italiana.

Si stanno vagliando anche le immagini delle telecamere di sorveglianza del comune, e dei privati della zona per riuscire a identificare l’automobilista che rischia la denuncia grave per lesioni e omissione di soccorso.


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, le videocamere del Comune smascherano il pirata della strada di Anzano: è un 78enne della zona

  • Cappella Maggiore
  • - 09 Gennaio 2020

Mentre in questi giorni si sono susseguiti una serie di incidenti stradali, investimenti sulle strisce in particolare, con la fuga dei responsabili, da Cappella Maggiore è arrivata la prima risposta dei carabinieri del comando vittoriese di via Boni.

E' stato rintracciato e denunciato il responsabile dell’investimento in via Anzano, dove il pensionato E.E. di 63 anni, (qui l’articolo) è stato investito da un’auto scura, poco più di una utilitaria proveniente da Fregona.

Lo hanno smascherato le immagini delle videocamere di sorveglianza stradale del Comune, che a differenza di quanto si era in un primo momento diffuso, funzionavano benissimo e hanno ripreso la drammatica scena.

L’automobilista, che dalle immagini si è certamente accorto di aver travolto il pedone, si è allontanato immediatamente in direzione di Vittorio Veneto.

Chiaro il numero di targa del proprietario sul quale i carabinieri hanno subito avviato le indagini per capire chi era alla guida dell’auto in quel momento.

E infatti questa mattina i militari  del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Vittorio Veneto, al termine delle indagini, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Treviso un cittadino classe 1941 residente nel vittoriese, pare a Fregona,  che si è reso responsabile dell’investimento del pensionato che ha riportato un trauma cranico e prognosi di 15 giorni salvo complicazioni.

Per lui i reati contestati sono le lesioni personali, la fuga a seguito di incidente stradale e l’omissione di soccorso.

L’identificazione dell’autore è avvenuta oltre che per la visione delle immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza della zona anche dalle testimonianze raccolte dagli automobilisti che hanno assistito al fatto.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it). 
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore: il panevin della solidarietà in borgo Gava, Lucciolata con re magi e befana per la Via di Natale

  • Cappella Maggiore
  • - 03 Gennaio 2020

Anche quest’anno il Panevin di Borgo Gava sarà all’insegna della solidarietà e quindi di grande richiamo per la comunità di Cappella Maggiore.

Organizzato dal comitato di Borgo Gava, la particolarità di questo Panevin è che si sta mantenendo nello stesso posto una tradizione che viene portata avanti da più di 100 anni. In questi giorni decine di volontari sono all’opera per allestirlo.

E anche la preparazione e l’avvicinamento all’evento saranno particolari e suggestivi come suggerisce sulla pagina Facebook l’organizzazione. Intanto il 5 gennaio alle 20 dal centro, ci sarà la Lucciolata della Via di Natale, che sarà accompagnata seguendo rigorosamente il rito del sacro e profano dalla Befana e dai Re Magi.

La Lucciolata, dopo la sosta al Presepe Toscani, e quindi arriverà al Panevin per l'accensione che sarà effettuata con le fiaccole portate dai re magi e che saranno consegnate ai “bombaroli” esperti.

Ovviamente tutto il ricavato della serata tra brulè, pinza, trippa e pasta e fasoi, viene interamente devoluto alla onlus Via di Natale di Aviano, attenta come non mai alle problematiche legate alla cura del cancro.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Comitato Panevin Borgo Gava).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.