Cappella Maggiore, i giovani di Nuova Voce rinnovano il direttivo, il timone passa da Mercadante ad Armellin

  • Cappella Maggiore
  • - 23 Marzo 2020

Si rinnova il gruppo di coordinamento di Nuova voce, il gruppo di giovani di Cappella Maggiore e Anzano, dopo tre anni, è nata nel 2017, nei quali più volte ha fatto sentire la sua voce e la sua presenza nell’attività socio culturale del paese.

E dopo tre anni appunto di intensa attività ha eletto nei giorni scorsi, prima delle note restrizioni, quando ancora ci si poteva incontrare, i nuovi coordinatori del prossimo mandato triennale, adeguando lo statuto alle normative e rinnovando l'atto costitutivo per consolidare l'associazione.

L’assemblea ha dunque eletto: presidente Giuseppe Armellin, vice presidente e segretario Alessandra Masut, portavoce Daniele Mercadante. E quindi Gianmaria Sasso, coordinatore organizzativo, Mario Pizzol, coordinatore, Sarah Bottan, tesoriere, ed Emanuele Pasin, nel collegio dei sindaci.

“Il Gruppo di Coordinamento - è scritto in una nota dell’associazione - cambia, in un'ottica sempre auspicata di rinnovamento e rotazione, per lanciare l'associazione al futuro. Il rappresentante legale passa da Daniele Mercadante a Giuseppe Armellin.”

L'interlocutore istituzionale dunque sarà diverso, proprio per favorire al meglio la collaborazione e comunione di intenti fra associazioni e amministrazione comunale di Cappella Maggiore, e non solo.

Il tutto per seguire la mission dell’interessamento dei più giovani alla cosa pubblica, pur essendo un gruppo apartitico e senza finalità di lucro.

Nuove Voce si presentò nel 2017 istituendo anche il premio "Capellam de Ygo", destinato alle personalità emergenti del territorio comunale che si sono distinte per particolari meriti, di carattere storico e culturale. A breve si riassumeranno anche i traguardi raggiunti dall’associazione nei tre anni che sono stati piuttosto intensi.

In questi giorni tra l'altro i ragazzi sono tornati in prima linea aiutando nella distribuzione dei farmaci e a fare la spesa per anziani e famiglie bisognose del Comune, insieme a Protezione Civile e altri volontari disponibili attraverso il numero di emergenza 0438 9321.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Gruppo Nuova Voce).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, cinque i casi di positività. il sindaco: "Non muovetevi", ciclopedonale sul Meschio svuotata

  • Cappella Maggiore
  • - 21 Marzo 2020

Una scarna ma preoccupata comunicazione del sindaco Vincenzo Traetta chiarisce questa mattina che nel comune di Cappella Maggiore sono stati rilevati 5 casi di positività al Covid19.

Quindi viene registrato un aumento di 4 casi, che sarebbe tra l'altro tutti collegati al primo già comunicato un paio di giorni fa. Il Covid ha fatto il suo ingresso in paese a gamba tesa, dopo un lungo periodo nel quale era rimasto "immune".Tutte e 5 le persone sono ora in isolamento.

"Voglio ripetere con insistenza di non muoversi da casa", ha detto il sindaco, e ha continuato : "Da oggi, 21 marzo,  è vietato l'accesso alle aree pubbliche destinate a parchi, giardini, aree giochi ed è altresì vietato allontanarsi dalla propria abitazione per una distanza superiore ai 200 metri (sempre muniti di documento d'identità). Rispettiamo con rigore le prescrizioni impartite dall'autorità sanitaria".

Il nuovo Dcpm recita che è possibile effettuare normale attività fisica e motoria senza limitazione purché senza assembramenti e mantenendo una distanza di sicurezza di almeno 3 metri. La stretta di alcune regioni e comuni sul divieto di allontanarsi da casa non più di 200 metri è da ieri sera convalidata in via eccezionale dal ministro Speranza con nota ministeriale, fino e non oltre il 25 marzo.

"Per conoscenza le mascherine - ha aggiunto Traetta -  non sono state ancora consegnate, quindi confido in ognuno di voi."

Nel vicino territorio comunale di Vittorio Veneto intanto sembra che l'ordinanza di divieto di passeggiata sulla pista ciclopedonale sia rispettata, come ha testimoniato con una foto (in copertina), il sindaco Antonio Miatto.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di Toni Miatto).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, avviati i lavori di asfaltatura in via Cal della Veia, pronti per via Rive Anzano e Masarè

  • Cappella Maggiore
  • - 28 Febbraio 2020

Come annunciato a fine dicembre sono iniziati i lavori di asfaltatura e messa in sicurezza del manto stradale in Via Cal della Veia ad Anzano. Seguiranno poi Via Rive Anzano e Via Masarè a Cappella Maggiore. I lavori, dell'importo complessivo di circa 80mila euro, sono finanziati in parte con risorse dello Stato e in parte con risorse comunali. 
cappella copy
Sono terminati invece i lavori di sistemazione delle strade bianche di Via Cavaseghe e parte di Via Masarè. I tratti interessati sono di circa 500 metri di via Masarè, quindi 300 metri di via Rive di Anzano. Altri 500 metri sono quelli di via Cal della Veia.

I lavori erano appaltati da tempo e per partire si stavano aspettando le condizioni climatiche favorevoli come lo sono quelle di fine inverno.

Sono opere importanti - dicono in comune - per migliorare la sicurezza e la percorribilità di alcuni tratti di strada particolarmente rovinati”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Facebok Gruppo consigliare Vincenzo Traetta).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, raggirato da un falso ispettore di Unicredit, ma i carabinieri smascherano e denunciano il truffatore

  • Cappella Maggiore
  • - 18 Marzo 2020

Si era fatto dare gli accessi al conto bancario della vittima, dopo essersi qualificato come un autentico ispettore antifrodi, e gli ha depredato il conto. La vittima, un operaio 45enne di Cappella Maggiore, si è resa conto troppo tardi e ha denunciato tutto ai carabinieri della stazione di Cordignano.

E al termine delle attività di indagine, i militari hanno denunciato a piede libero Procura della Repubblica di Treviso L.M., 27 anni, residente in provincia di Bologna, pregiudicato, per il reato di utilizzo indebito di carte di credito.

L'episodio risale al 12 giugno 2019 quando il truffatore, dopo aver acquistato un numero verde, contattava la vittima, qualificandosi come ufficio antifrodi dell'Unicredit, e riusciva ad acquisire il codice token della carte di credito della vittima, effettuando con questo due pagamenti fraudolenti per un totale di 1.400 euro.

Le indagini, avviate a seguito della denuncia presentata dalla vittima, hanno permesso nel giro di qualche tempo di risalire all'identità del responsabile, sul conto del quale si è poi accertato anche che non è legato da alcun tipo di rapporto professionale con l'Unicredit, ma ha millantato il tutto per mettere a segno la truffa.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Cappella Maggiore, primi incontri per far partire il progetto di controllo di vicinato contro i furti nelle abitazioni

  • Cappella Maggiore
  • - 23 Febbraio 2020

Parte a Cappella Maggiore il progetto di "controllo di vicinato” e per questo l’amministrazione comunale organizzerà il prossimo 28 febbraio, con inizio alle 20 nella sala A del Centro Sociale di Cappella Maggiore, e il 6 marzo nella sala riunioni del Centro Sociale di Anzano due incontri con la popolazione.

Nel corso delle serate verranno illustrate finalità, modalità operative e organizzative del progetto.

“Il controllo di vicinato - spiega il sindaco Vincenzo Traetta - è un’esperienza di collaborazione tra vicini, un valido progetto di volontariato sociale che fa crescere e consolidare le relazioni. Non va confuso con le ronde: ai volontari non è assolutamente richiesto un intervento diretto verso chi sta facendo qualcosa che si considera “strano”. Viene richiesta invece una segnalazione ad un referente che farà poi da tramite verso le Forze di Polizia che rimangono le preposte a intervenire”.

Oltre all’amministrazione comunale saranno presenti alle serata anche Rino Manzan, sindaco di Povegliano, Comune capofila del progetto “Controllo di Vicinato”, e Livio Zago, coordinatore provinciale dell'associazione Controllo di Vicinato, il comandante della polizia locale Sergio Chies e il vigile Moreno Mattiuz.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport