Cison, il sindaco Da Soller revoca la chiusura dei sentieri che portano ai Loff: "Grazie ai volontari per il lavoro svolto"

E’ un provvedimento molto atteso dagli amanti delle Prealpi Trevigiane in generale e delle montagne cisonesi in particolare, il primo atto ufficiale del sindaco Cristina Da Soller.

A pochi giorni dall’insediamento, il primo cittadino cisonese ha revocato l’ordinanza d’urgenza con la quale lo scorso 11 maggio il suo predecessore aveva chiuso tutti i sentieri che portano al Rifugio dei Loff, al fine di scongiurare il pericolo di slavine e per i numerosi alberi caduti che ostruivano i sentieri.

Da oggi dunque Asta, Scaletta Costa del Vent, Pissol, Arco, Malvidai, ma anche i camminamenti che partono dal Campo di San Boldo, sono percorribili, per la gioia dei numerosi appassionati di montagna che li hanno trasformati nei sentieri più percorsi delle Prealpi.

Il sindaco Da Soller non ha dubbi su chi meriti un ringraziamento “Il merito è tutto dei volontari del gruppo degli Amici dei Loff e dell’Associazione Sportiva Trail del Gevero. Li ringrazio e mi complimento con loro per l’eccezionale lavoro svolto che ha reso fruibili i sentieri delle nostre montagne”.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.