Cison, il Bosco delle Penne Mozze pronto ad abbracciare gli alpini per il 48esimo Raduno di domenica 1 settembre

C’è un luogo della memoria che più di ogni altro rende l’idea del grande sacrificio e del tributo dato dagli alpini trevigiani alla patria.

Il luogo in questione si chiama Bosco delle Penne Mozze ed è situato a nord dell’abitato di Cison di Valmarino, nella splendida valle di San Daniele, ai piedi del Cristo degli alpini.

Domenica prossima 1 settembre al mattino, si terrà il 48esimo raduno e come ogni anno saranno in molti, alpini, simpatizzanti e familiari che non mancheranno all’evento.

Il Bosco delle Penne Mozze di Cison è stato inaugurato l’8 ottobre del 1972 e si sviluppa su una superficie di 16mila metri quadrati. Le 2.404 stele poste a dimora, sono opera scultore Simon Benetton e vogliono ricordare tutti i caduti alpini nativi della provincia di Treviso.

L'alto valore simbolico della manifestazione e la bellezza del luogo, creano un'atmosfera unica, attirando ogni anno migliaia di visitatori per una giornata da vivere all’insegna del ricordo e della fraterna amicizia alpina.


(Fonte: Giancarlo de Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.