Una tartaruga palustre americana recuperata nel torrente Rujo di Cison: l'abbandono è reato

Una tartaruga palustre americana abbandonata nel torrente Rujo di Cison è stata presa in custodia dai Carabinieri forestali. Non solo cani e gatti dunque, ora si abbandonano anche tartarughe.

A recuperarla ci ha pensato Francesco Salton, volontario dell’associazione “La Via dei Mulini”, che ha allertato i Carabinieri forestali, i quali ieri lunedì 2 settembre hanno prelevato l’animale.

Il fenomeno dell’abbandono delle tartarughe palustri americane, animale molto diffuso nelle case degli italiani, è in esponenziale aumento in questi giorni, in conseguenza di un obbligo di legge che recependo una normativa europea, prevede dallo scorso 31 agosto l’obbligo di denunciarne il possesso al ministero dell’Ambiente.

Già prima dell’entrata in vigore della legge, erano migliaia i rilasci di tartarughe nei corsi d’acqua, nei laghetti, nelle fontane da parte di cittadini stanchi di accudirle.

Ma vale la pena ricordare che il loro abbandono costituisce reato. Le tartarughine d’acqua o testuggini palustri americane (Trachemys scripta spp, specie e sottospecie) sono simpatici animali che abitano in molte case.

Se però vengono rilasciati nell'ambiente naturale sono in grado di causare gravi danni alla biodiversità, essendo voraci predatori di anfibi, pesci, insetti e uova.

Va da sé che l’abbandono mette a serio rischio il delicato ecosistema dei luoghi in cui esso viene perpetrato.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.