Cison di Valmarino, spento l'incendio sotto il Crodon del Gevero: salvo il rifugio dei Loff

Buone notizie dalla montagna di Cison di Valmarino: l’incendio che si è sviluppato sulle pendici delle Prealpi cisonesi è stato domato.

Quando nel pomeriggio il fumo alimentato dalle fiamme ha cominciato a essere visibile anche dal borgo, la preoccupazione dei cisonesi era tutta per l’amato Rifugio dei Loff.

Fortunatamente il fuoco, che è partito proprio da sotto il bivacco, ha risparmiato lo stesso, lasciandolo praticamente intatto.

Il merito è tutto dei volontari dell'Antincendio boschivo Valsana, dei Vigili del fuoco e dell’elicottero della Protezione civile regionale.

I continui viaggi del velivolo dal piazzale di Castelbrando alla montagna per versare acqua sulle fiamme sono stati determinanti.

Sul posto, a coordinare le operazioni, l’assessore regionale alla protezione civile Gianpaolo Bottacin. Dallo stesso e dal sindaco di Cison, Cristina Da Soller, che hanno appena sorvolato l’area, la conferma definitiva dello spegnimento anche degli ultimi focolai.

Gli “Amici del Rifugio dei Loff” in prima linea per salvare l’amato rifugio, stanno già procedendo ad una prima “bonifica” dell’area. Ancora al vaglio delle forze dell'ordine le cause delll’incendio.

(Fonte: Giancarlo De Luca © Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di "terze parti" per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookies.