Sagre in Veneto, nulla di nuovo per Artigianato Vivo. Confermata la festa di Santa Margherita a Refrontolo

È fresca la riapertura delle sagre stabilita dalla Regione Veneto, ripresa fissata allo scorso 19 giugno: una riapertura all'insegna delle misure di prevenzione, che dovranno essere adeguatamente segnalate.

La necessità di riorganizzare gli spazi, anche mediante segnaletica a terra, per evitare assembramenti e di garantire il mantenimento di un metro di distanza tra gli utenti sono tra gli accorgimenti che gli organizzatori dovranno assicurare.

Alle sagre, inoltre, potrà essere rilevata la temperatura corporea, impedendo l'accesso a chi ha più di 37,5 gradi, mentre dovranno essere resi disponibili prodotti disinfettanti per i clienti e per il personale, specie nei punti di ingresso e di pagamento.

Alla luce di ciò, voci di corridoio facevano riferimento a un ritorno della manifestazione Artigianato Vivo a Cison di Valmarino, noto appuntamento agostano e frequentatissima mostra-mercato dell'artigianato, con un'offerta variegata di eventi collaterali.

Voci di corridoio che, però, non hanno trovato conferma da parte della Pro loco, in particolare dal suo presidente Giorgio Floriani, il quale ha chiarito che non è stato deciso nulla in merito a "una manifestazione difficile da gestire, che richiede diverse valutazioni in merito alle associazioni, agli artigiani e ai piani di sicurezza".

L'unica cosa certa al momento, ha fatto sapere Floriani, è la riunione fissata per lunedì 29 giugno, dove verrà presa una decisione definitiva in merito alla kermesse estiva.

L'annuncio dell'annullamento della 40esima edizione di Artigianato Vivo era giunto ai primi di maggio quando, sia Giorgio Floriani che il sindaco Cristina Da Soller, avevano confermato la scelta di rimandare tutto al 2021, a causa degli ultimi dpcm, con l'intenzione di "festeggiare di più e alla grande" (qui l'articolo).

Bisognerà attendere lunedì, quindi, per sapere se ci saranno eventuali novità in merito al tema.

Nel frattempo a Refrontolo, invece, la Pro loco ha reso noto come sono stati fissati a lunedì 20 luglio i "Festeggiamenti di Santa Margherita", un altro appuntamento molto atteso dalla comunità locale, simbolo della convivialità estiva e dedicato alla patrona della stessa Refrontolo.

L'evento si terrà in piazza "Francesco Fabbri" e sarà condito da uno spettacolo pirotecnico.

"Vogliamo ripartire! Stiamo lavorando per organizzare tutto secondo le normative", ha scritto la Pro loco di Refrontolo in una nota pubblica: una buona notizia che sicuramente a molti avrà dato il piacere di poter finalmente rivivere un momento di normalità.




(Fonte: Arianna Ceschin © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport