Codognè, la cultura non si arresta di fronte alla crisi, appuntamenti online per la Bibioteca, via al Maggio dei libri

Se il Coronavirus ha imposto nuove regole e nuove abitudini, le attività culturali e intellettive degli italiani che mai si sono arrestate, hanno trovato nuovi stimoli.

Con l'ausilio delle nuove tecnologie a portata di chiunque, dalle aziende più ben strutturate, alle scuole, fino alle casalinghe, hanno tutti cercato una risposta concreta ad una situazione spiacevole.

Nella stessa lunghezza d'onda si è mossa la biblioteca comunale di Codognè che con uno sguardo fiducioso verso il futuro non ha mai smesso la sua missione a diffondere la cultura.

Lo ha fatto cercando di rimanere virtualmente vicina ai suoi numerosi utenti e cercando di immedesimarsi nei loro desideri ha cercato di rispondere al meglio utilizzando tutto l'armamentario virtuale a disposizione e di fare in modo che diventasse veicolo di un nuovo modo di stare vicino ai lettori e agli abituali frequentatori della rinnovata sede di via Ancillotto.

Il Maggio dei Libri è stato inaugurato dall'assessore alle attività culturali e alla gestione della biblioteca Marijana Maksimovic (nella foto sotto). L'obiettivo era quello di promuovere il libro come attività culturale.marian

La stessa ha raccontato egregiamente in un video pubblicato nella pagina Facebook della Biblioteca,l'adesione della stessa all'edizione 2020. Con il servizio di prestito e interprestito sospeso per settimane e le numerose richieste da parte degli utenti, la biblioteca ha deciso di far sentire la sua presenza attraverso una serie di appuntamenti online.

Tra racconti in lingua dedicati ai più piccoli e letture animate in diretta Facebook, i componenti della commissione alle attività culturali si sono messi in gioco, svelando forte spirito di squadra ed estrema sensibilità.

Lo stesso assessore ha intrattenuto i più giovani con un laboratorio semplice e divertente da proporre in casa, dimostrando la sua vicinanza nei confronti dei ragazzi lontani da scuola e delle famiglie.

La vulcanica bibliotecaria, Giada Cattelan, d’altro canto, ha dato vita a un carrello virtuale in cui, regolarmente vengono inseriti e presentati i prossimi acquisti: un modo per regalare momenti di spensieratezza, per tenere compagnia a chi ha risentito della chiusura dei centri di cultura, per dimostrare che l’emergenza ha travolto tutti, rendendoci sicuramente più consapevoli e uniti.

A dimostrazione di quest’unione il rapporto con le scuole, mantenuto vivo attraverso una collaborazione costante con le insegnanti che, oltre a farsi carico dell’ormai famosa didattica online, hanno accolto con entusiasmo gli inviti della biblioteca a realizzare disegni e poesie che incentivassero gli studenti e infondessero positività.

Una sinergia che ha stimolato i ragazzi alla lettura e all’ascolto, portando all’elaborazione di recensioni e commenti relativi ai libri affrontati che torneranno sicuramente utili agli utenti della biblioteca.

Mentre il Maggio dei Libri continua nella sua versione virtuale, le biblioteche hanno ricevuto il via libera alla riapertura: i servizi di prestito sono nuovamente attivi. Resta, invece, vietata la consultazione a scaffale. Questi i primi passi verso la riappropriazione della nostra normalità.

 

(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport