A Colle Umberto celebrato il primo matrimonio dell'anno in quarantena: un segnale di speranza rispettando le regole

Quando l’amore vince sul virus. Insieme da una decina d’anni tra fidanzamento e convivenza, hanno coronato questa mattina, mercoledì 29 aprile, in municipio a Colle Umberto la loro storia d’amore con il matrimonio.

Mentre diverse coppie dall’inizio dell’emergenza hanno rinviato proprio le nozze, Marco Bavaresco di 27 anni e Angela Anastasio, 26, hanno voluto nonostante tutte le restrizioni e le naturali ritrosie confermare il loro legame, tra l’altro in una data particolare: il 29 aprile di 10 anni fa infatti avevano ufficializzato il loro fidanzamento.

E il virus e il lockdown hanno ceduto sotto la volontà dei giovani sposi, che già da febbraio avevano emesso le pubblicazioni di matrimonio.

Certo non sarà stato secondo quanto si aspettavano, ma non è mancata l’emozione forte del momento.

fa891e30 8e98 4a73 8b14 d888d9ac6c4b

Pochissimi invitati, i genitori, i “compari” e pochi altri, che hanno aspettato pazientemente fuori del municipio dove il sindaco Sebastiano Coletti ha celebrato le nozze, con l’ufficiale di anagrafe e due soli testimoni al fianco degli sposi.

Resta il fatto che è stato per Colle Umberto il primo matrimonio dal lock-down, e anche il sindaco Coletti è apparso un po’ emozionato: “È sempre una prima volta - ammette - avevo qualche perplessità, ci siamo informati, ma i due ragazzi aspettavano questo momento da 10 anni e abbiamo fatto tutto per bene secondo le indicazioni: mascherine, distanziamento, un solo testimone per sposo. E la sposa era molto emozionata in una celebrazione molto spartana. È stato un bel segno di speranza comunque per poter ripartire. Fuori del municipio solo i pochi invitati”. E simpatico il momento all'uscita: un bacio con le mascherine tra gli applausi a distanze dei partecipanti.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Colle Umberto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport