Colle Umberto, il Futuro Comune chiede un consiglio straordinario: "Rimborsi alle famiglie provate dall'emergenza"

Rimborsi alle famiglie per spese sostenute prima del Covid, monitoraggio sui costi di esercizio, e utilizzo dei risparmi di spesa per sostenere la cultura, la scuola e lo sport, utilizzando anche l’avanzo di amministrazione. Ma non solo.

Una serie di proposte con la richiesta di produrre provvedimenti di sostegno socio economici, fino al rimborso dei premi assicurativi delle Rc auto, sono arrivati al sindaco Sebastiano Coletti e alla maggioranza da parte del gruppo "Il Futuro Comune" del candidato sindaco Ivano Piccin ed Enos Baggio.

Proposte messe in fila in un documento nel quale Piccin e Baggio chiedono la convocazione di un consiglio urgente per discuterne e partono dalla situazione emergenziale attuale, dalla quale “non è possibile trascurare le inevitabili ricadute sociali ed economiche sui singoli cittadini, le famiglie e le attività produttive anche del nostro territorio”.

Per la minoranza interventi che l’amministrazione “può fare in autonomia, agendo sul bilancio comunale di previsione 2020 e secondariamente di concerto con altri Comuni, Enti, società pubbliche e/o private che erogano servizi pubblici, per mettere in campo ulteriori iniziative e contributi, che in questo caso, non graverebbero sul bilancio comunale”.

Tra queste, magari in veste di capofila e di concerto con altri Comuni e associazioni di categoria, la sensibilizzazione di società partecipate o altre società di servizi pubblici a livello locale tipo AscoHolding / Piave Servizi / Savno, ma anche altre di carattere nazionale per la revisione delle tariffe.

“Interessante - spiegano Piccin e Baggio - sarebbe fare un ragionamento anche sulle spese legate alla copertura assicurativa Rc auto, vista l’importante diminuzione di sinistri direttamente proporzionale al periodo di lockdown e di blocco e restrizioni anche sulla circolazione stradale. Quindi un'azione coordinata tra molti Comuni, con il coinvolgimento dell'Anci o di altri Enti rappresentativi del consumatore finale e, di sensibilizzazione nei confronti di tutte le compagnie assicurative, potrebbe portare ad un rimborso di quota parte del premio pagato da destinare alla sicurezza stradale”.

A Colle Umberto, in base al numero di vetture circolanti, un eventuale rimborso dei premi, pagati per i mesi in cui Ia circolazione è stata limitata, potrebbe valere 250 mila euro.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport