Messaggio dei bambini della scuola primaria ai "supereroi" che hanno combattuto in prima linea contro il Covid

Il sindaco di Colle Umberto Sebastiano Coletti sta preparando un messaggio da indirizzare agli studenti e in particolare ai bambini della scuola primaria Giovanni Pascoli per dire loro “grazie”, per come hanno interagito durante le settimane di sospensione dalla frequenza diretta a scuola a causa del Covid-19 e hanno partecipato alla didattica a distanza.

Fra tutti i progetti realizzati dalle maestre, ce ne sono due promossi dalla docente di cultura religiosa, con la collaborazione delle altre insegnanti di team e di plesso, aperti a tutti i bambini, di ogni religione: “Croci della speranza” e “Operazione sole”.

In occasione della Pasqua gli alunni delle due classi quinte sono stati invitati a realizzare delle croci tridimensionali accompagnate dalla stesura di messaggi di speranza.

Il tutto, poi, è stato confezionato in un video fatto arrivare a Papa Francesco assieme ad una lettera. I bambini hanno desiderato fare questo gesto per la preghiera ed il sostegno che il Santo Padre ha dato in un questo momento difficile.

3fd30cbc fd2f 477d bb65 5c87143a3b9e

L’Operazione sole è stata condivisa con tutte le colleghe del plesso. I bambini, dalla prima alla quinta, hanno riflettuto e preparato dei disegni e delle dediche per dire “grazie” ai loro “Supereroi” del momento; sia chi come medici e infermieri sono stati in prima linea nell’emergenza sanitaria (in particolare il personale dell’ospedale di Vittorio Veneto), sia chi hanno operato nel territorio, tra cui gli agenti della polizia locale e le diverse figure di volontari, come gli Alpini e la Protezione Civile. Anche in questo secondo caso è stato creato un video che è stato fatto pervenire agli interessati.

I due progetti sono nati per stimolare e coinvolgere gli alunni, costretti anche loro a trascorrere tanto tempo dentro le mura domestiche, per cogliere il senso del momento che stavano vivendo, approfondendone i valori e le motivazioni ed il senso di gratitudine.

E’ stata sorprendente la creatività dei bambini nel mettere a frutto i propri talenti utilizzando stili e materiali molto originali.

Il primo cittadino ha parlato di una importante testimonianza storica affidata alle generazioni future, quando fra qualche anno si riandrà ai mesi della pandemia da coronavirus.

Coletti racconta che è stato sorpreso quando ha visto il video per la prima volta, per la sensibilità e la bravura dei bambini che in questo periodo sono stati straordinari, come pure è grato ed elogia lo sforzo profuso da tutte le insegnanti con la didattica a distanza.

Il sindaco, infine, ha ricordato che a causa della emergenza sanitaria da un giorno all’altro, non si è più andati a scuola e che tanto materiale era rimasto nelle aule.

Così grazie alla Protezione Civile, in accordo con il dirigente scolastico Elvio Poloni, dell’Istituto Comprensivo di Cappella Maggiore, la scorsa settimana con un accesso regolato e a fasce orarie, le famiglie hanno potuto riprendere libri, quaderni e quant’altro era rimasto alla Primaria. In questa settimana si sta facendo lo stesso per la secondaria di primo grado.


(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: per gentile concessione di una delle maestre dell'Istituto).
#Qdpnews.it 

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport