Colle Umberto, quattro comuni alla commemorazione dei 126 anni dalla nascita del campione Ottavio Bottecchia

A differenza degli altri anni dove la partecipazione era sempre molto elevata quest’anno la commemorazione per i 126 anni della nascita del campione ciclistico Ottavio Bottecchia, gloria sportiva del paese, primo italiano vincitore del Tour de France, nel 1924 e 1925, giocoforza si è dovuta tenere in forma ristretta.

Non è mancata la deposizione al monumento situato in via Boschetta di San Martino di Colle Umberto, a qualche centinaio di metri dalla casa natale del campione, di un omaggio floreale quindi il successivo trasferimento al cimitero della frazione San Martino, per la commemorazione alla tomba del campione.

Presenti alla cerimonia il sindaco di Colle Umberto Sebastiano Coletti e gli assessori, il sindaco di Trasaghis Stefania Pisu, l'assessore di Portobuffolè Walter De Martin, il vicesindaco di Vittorio Veneto Gianluca Posocco, l'eurodeputato Gianantonio Da Re, le "Asd Bottecchia" e "Team Bottecchia", la delegazione del "Pedale Gemonese", il presidente dell’Associazione per il Gemellaggio Angelo Altoè, la presidente della Pro Loco Tiziana Gottardi, il presidente dell’associazione Anziani Anteas Pietro Tomasi e il consigliere Ivano Piccin.

“Vorrei ringraziare - ha detto il sindaco - la Protezione Civile di Colle Umberto per la collaborazione in occasione dell’evento, e in particolare Valentina Marani e Matteo Sommariva, due giovanissimi, che hanno letto un testo da loro realizzato sul tema del ciclismo dopo una ricerca a scuola, nella loro classe quinta elementare, sul campione di casa Ottavio Bottecchia”.

 

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: facebook).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport