Colle Umberto, sabato le premiazioni del concorso Colleacuore. Coletti: “Hanno affrontato positivamente il lockdown”

All'interno della sesta edizione di “Una Sosta nei Borghi” promossa dall'amministrazione comunale di Colle Umberto, dal gruppo genitori scuole, dall’associazione giovani e dal gruppo lettori volontari, è stata organizzata la serata di premiazione del concorso Colleacuore, avvenuta proprio lo scorso sabato 1 agosto.

L’iniziativa, realizzata in collaborazione con la biblioteca, è nata durante il lockdown per raccontare la nuova quotidianità vissuta dai cittadini collumbertesi e il loro rapporto con il territorio, fatto di ricordi, racconti e sogni per il futuro.

Quattro le categorie nelle quali era possibile gareggiare: fotografia, disegno, racconto brevissimo e filmato. Il concorso era aperto a tutti i cittadini di Colle Umberto, senza limiti di età. Hanno partecipato una quarantina di persone, tra adulti, ragazzi e bambini.

“Visto che durante il lockdown - ha sottolineato l’assessore al sociale Laura Pizzol - ciò che è mancato di più è stata la comunità e le relazioni tra le persone, le singole opere sono state trasformate in un'unica opera corale, presentata durante la serata. Tutti i racconti sono confluiti in un testo a più voci che narra il sentire di ognuno di noi e ne emerge l'amore per il territorio e le sensazioni vissute in quel periodo".

IMG 74681

La serata, realizzata nel rispetto delle norme vigenti in materia di coronavirus, è stata allietata dalle note di Lara Casagrande, artista collumbertese, e si è conclusa con la premiazione dei quattro vincitori, uno per categoria, che hanno ricevuto un buono libri dal valore di cinquanta euro. Sono state date anche delle menzioni speciali donando ai premiati un'agenda per dare ancora sfogo alla loro creatività.

All'evento era presente tutta la giuria composta dalla vice sindaco e assessore alla cultura Alessandra Covre, dall'assessore al sociale Laura Pizzol, dal consigliere alla comunicazione Simone Sant, dalla bibliotecaria Deborah Gava e da quattro professionisti del territorio: la pittrice Ida Sonego, il fotografo Andrea Armellin, il regista Bruno Bontempo, l’attore teatrale e regista Simone Carnielli.

Questi i premiati: per i filmati, vincitrice Martina Casagrande, menzione a Tomaso Lucheschi e Marie De Pizzol; per i disegni, vincitore Maurizio Lucheschi, menzione a Maria Orzes e Agata Bortoluzzi; per le fotografie, vincitrice Dominique Costa, menzione a Danilo Armellin e Chiara Tonon; per i testi: vincitore Enoch Andreetta, menzione a Barbara Corbanese e Giuseppe Orzes.

Grande soddisfazione e ammirazione anche dalle parole del vicesindaco Alessandra Covre: “Ringraziamo i lettori, i musicisti, la giuria, i tecnici, la Protezione Civile, la Pro Loco. Queste persone sono tutti volontarie, così come lo sono anche quelle che ci aiutano da sei edizioni per Una Sosta nei Borghi”.

"Siamo soddisfatti della numerosa partecipazione della cittadinanza alla serata - ha affermato il sindaco Sebastiano Coletti -. Ringraziamo i quaranta partecipanti al concorso che hanno dimostrato di aver cercato di affrontare in chiave positiva il periodo del blocco, dando sfogo alla loro spiccata creatività. Ci impegneremo, nei prossimi mesi, a mettere a disposizione dell'intera collettività gli elaborati, usando i canali social o le varie altre modalità”.

 

(Fonte: Loris Robassa © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Colle Umberto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport