Colle Umberto, Tiziana Gottardi nuova presidente della rinata Pro Loco: "Ora al lavoro, c'è molto entusiasmo"

  • Colle Umberto
  • - 18 Febbraio 2020

Diventa operativa a Colle Umberto la nuova Pro Loco, e la presidente sarà Tiziana Gottardi. L’elezione nel corso del primo consiglio che si è riunito ieri sera. Vice presidenti saranno Alvise Cherubin e Ivo Mezzacasa, segretario Roberto Basei, tesoriere Francesca Redio.

Quindi i consiglieri Andrea Armellin, Maria Grazia Pastre, Christian Pizzol, Leonardo Martucci, Diego Segat e Luca Zambon.  La Pro Loco si appresta dunque a ripartire dopo un periodo di interruzione: c’è voglia in paese di ripartire “Augurandoci – dice Tiziana Gottardi – di fare del nostro meglio, perché siamo assolutamente animati da buona volontà e spirito di volontariato. Questa è una missione, e speriamo nel nostro piccolo di riuscire a dare qualcosa al nostro comune”.

Non si parla ancora di programma, c’è da prendere in mano la situazione , ma ci sono idee chiare: “Non possiamo solamente pensare a situazioni legate esclusivamente a sagre – spiega la presidente -, ma prendere per mano con i dovuti tempi e modi anche situazioni legate a cultura e storia. Siamo inseriti in un contesto paesaggistico, naturalistico e storico incredibile, abbiamo la natura che ci aiuta, abbiamo dalla nostra la volontà e quindi ci sono presupposti per fare bene.”

Abbiamo infine un direttivo aperto e in collaborazione totale – conclude -, e io credo molto nel lavoro di squadra e nel fatto che da soli non si va da nessuna parte”.

Alla riunione ha partecipato anche nella sua veste di commissario dell’Unpli Francesca Bertolin: “Mi sembra che sia stata formata una buona squadra – ha detto – coesa ed entusiasta, auguriamo a loro buon lavoro apprezzando davvero il grande impegno che ci hanno messo per far rinascere l’associazione”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Pro Loco Colle Umberto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Colle Umberto, fabbricato costruito fuori norma: cantiere fermo da anni e il sindaco ordina la demolizione

  • Colle Umberto
  • - 14 Febbraio 2020

Abbattuto un rudere pericolante e costruito fuori norma in via Campion: la demolizione è iniziata ieri, subito dopo il ponte sul Meschio dietro ad una barchessa da anni in ristrutturazione.

Ora i lavori sono fermi ma dietro era stato costruito un fabbricato in difformità rispetto alla scheda norma, che riporta lo schema progettuale, le caratteristiche urbanistiche, le modalità di attuazione, direttive e prescrizioni.

Con i lavori bloccati da dieci anni il sindaco Sebastiano Coletti ha preso una decisione sul fabbricato e ha firmato l’ordinanza di demolizione: “I proprietari potranno ricostruire ma solo all’interno del perimetro designato - spiega il primo cittadino -, invece all’inizio il fabbricato è stato realizzato da progettisti e impresa fuori sedime e quindi impossibile andare avanti”.

Fare una sanatoria - conclude - sarebbe costato troppo, meglio la demolizione, anche perché da tempo i vicinanti si lamentavano da anni per questo cantiere bloccato e accantonato. Abbiamo preso quindi questa decisione forti anche di un parere legale esterno e l’ordinanza è stata attuata”.

(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Colle Umberto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

Colle Umberto, "Pregate perché don Costantino sia presto santo" l'appello di Pizziolo alla comunità

  • Colle Umberto
  • - 07 Febbraio 2020

Pregate perché don Costantino Vendrame, padre Cosma Spessotto e don Albino Luciani siano presto santi. Con questo invito di monsignor Corrado Pizziolo si è conclusa la cerimonia presieduta dal vescovo di Vittorio Veneto, per i 63 anni della “nascita al cielo” del sacerdote salesiano sanmartinese che si è speso per evangelizzare il nord est dell’India.

Vissuta lo scorso 30 gennaio nella chiesa di San Martino di Colle, l’eucarestia è stata concelebrata dal parroco don Arnaldo Zambenedetti, da don Tarcisio Bolzan, don Angelo Granziera, don Luca Martorel e dal salesiano don Paolo Mojoli.

Ha partecipato anche fratel Giovanni Colombi, proveniente da Shillong, diocesi dell’Assam, dove ha operato don Vendrame come missionario.

Don Costantino fratel Giovanni Colombi

"Domani 31 gennaio si celebra la festa di San Giovanni Bosco. E il salesiano don Costantino - ha spiegato il vescovo Pizziolo, nell’omelia -, sull’esempio del fondatore della sua congregazione religiosa, si è fidato di Cristo e con coraggio lo ha annunciato e testimoniato. Mostrando a tutti la bellezza e la gioia del cristianesimo; come scrive papa Francesco nell’Evangelii Gaudium. Le sue virtù eroiche sono state riconosciute. Il suo esempio è uno stimolo per noi, di fare lo stesso nei diversi ambiti nei quali siamo chiamati ad operare".

All’offertorio i giovani hanno portato all’altare il pane, il vino, il calendario 2020 dedicato a don Vendrame, un cartellone che raccontava una giornata vissuta all’oratorio salesiano Bearzi di Udine un mappamondo a indicare l’azione missionaria di Gesù in tutto il mondo.

A fine liturgia ha preso la parola fratel Giovanni Colombi, che ha ricordato il santuario del Sacro Cuore, voluto e fatto costruire da don Costantino a Shillong, meta di numerosi pellegrinaggi.

Fratel Colombi ha elogiato il Gruppo don Costantino Vendrame che anche quest’anno ha realizzato il calendario di don Costantino. Con le offerte raccolte si sostengono gli studi di 190 giovani, che frequentano il seminario Savio Juniorate di Shillong. "È facile farsi santi, - ha concluso - basta fare bene i propri doveri. Don Costantino ha messo in atto questo insegnamento di don Bosco e lo ha fatto in modo eroico".


(Fonte: Redazione Qdpnews.it).
(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Colle Umberto, festa per il consiglio comunale dei ragazzi, premiati gli studenti migliori di medie e superiori

  • Colle Umberto
  • - 14 Febbraio 2020

Insediato l'altra sera il Consiglio comunale dei ragazzi con l'amministrazione che ha premiato gli studenti collumbertesi che hanno conseguito nell'anno scolastico 2018-19, il diploma di licenza media e il diploma di maturità con ottimi risultati.

Il Ccr come si sa ha come finalità la promozione e il sostegno al diritto dei ragazzi di incidere nella vita del proprio paese e in particolare di partecipare alla politica in modo attivo.

L'Amministrazione ha ringraziato per questo nuovo impegno i ragazzi e l'operatrice di comunità Elisa Chies che li sta seguendo e accompagnando  in questa esperienza.

"Abbiamo augurato - spiega il sindaco Sebastiano Coletti - buon lavoro a Nicolò Carraro, il mio omologo giovane sindaco, Emanuele Sartori il vicesindaco, quindi a Elizabeth Cadalt, assessore dell'educazione alla vita civica e democratica, solidarietà ed amicizia, a Elise De Pizzol assessore all'Educazione stradale e ambiente, ad Alessio Rapone assessore alle Attività culturali e riscoperta della storia e della tradizione del paese, a Leonardo Cover assessore al Ttempo libero sport e spettacolo e infine agli altri consiglieri Arianna Silvestri, Eleonora Zanardo, Marie De Pizzol, Nicolas Cadalt, Andrew Cattelan e Petra Luisa Antoniazzi".

Il sindaco Coletti e il sindaco del Ccr Nicolò hanno quindi premiato gli studenti meritevoli: Anna Battistin, Luca Bertagno, Sebastiano Bortoluzzi, Giorgia  Buffoni, Jacopo Carlon, Emma Piaia, Lorenzo Weiss.

E' stata una serata molto partecipata e di festa: "Complimenti a tutti i ragazzi - dice il sindaco - e sappiano che l'amministrazione crede in questo progetto e la nostra porta sarà sempre aperta per loro,  affinché possano sentire a loro vicine le Istituzioni nell'ottica di una collaborazione stretta, proficua e sincera".

(Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Colle Umberto).
#Qdpnews.it




 

Print Friendly, PDF & Email

Colle Umberto, ecovandali sul fiume Meschio, asfalto e vernice nell'acqua. Il sindaco Coletti: "Tolleranza zero"

  • Colle Umberto
  • - 02 Febbraio 2020

Ecovandali in azione a San Martino di Colle Umberto al confine con Cordignano: in corrispondenza dell’ultima ansa del fiume Meschio nel territorio collumbertese alcuni pescatori volontari mentre pulivano gli argini hanno individuato alcune chiazze oleose sull’acqua.

Risalendo il fiume sono arrivati sul luogo dello sversamento, dove ignoti dall’argine hanno svuotato secchi di vernice e gettato nell'acqua dei pezzi di asfalto. Tutti residui evidentemente di una ristrutturazione edile, di cui i responsabili non hanno trovato banditescamente nulla di meglio che liberarsene inquinando il fiume.

asfalti

I pescatori hanno chiamato i carabinieri della stazione di Cordignano che sono intervenuti raccogliendo le testimonianze dei pescatori e facendo il verbale del sopralluogo dopo aver avvisato anche il sindaco Sebastiano Coletti.

“Non ci sono parole per commentare una simile azione – ha detto Coletti -, è pazzesco dove si possa arrivare. Pittura muraria e asfalto nel fiume. Purtroppo al momento è impossibile risalire ai responsabili. Il materiale è stato trovato in più punti. Abbiamo fatto intervenire la Protezione Civile per portare via il grosso del materiale recuperato, mentre interesserò anche il Consorzio di Bonifica per la pulizia completa dell’argine".

protezione

"Abbiamo a che fare con autentici incivili - continua Coletti -. Alla fine farò installare anch’io delle fototrappole mobili contro questi atti di inciviltà. Già ne abbiamo beccato qualcuno, ora è tolleranza zero”.

Risalendo ancora il fiume lo stesso sindaco ha trovato ancora ulteriori sacchi di spazzatura e di immondizia lasciati da altri ecovandali. Nel pomeriggio di oggi la Protezione Civile di Colle Umberto ha provveduto a rimuovere il materiale e ripulire il sito lungo il fiume.


(Fonte: Fulvio Fioretti © Qdpnews.it).
(Foto: Comune di Colle Umberto).
#Qdpnews.it

Print Friendly, PDF & Email

// Storie di Sport