Bonus bebè, confermato anche per il 2023 il contributo comunale una tantum di 250 euro a sostegno delle famiglie

Buone notizie per le giovani famiglie di Asolo. L’Amministrazione comunale ha confermato anche per il 2023 il Bonus Bebè comunale una tantum, per un importo massimo pari a 250 euro a nucleo familiare.

Possono richiedere il contributo le famiglie residenti nel Comune di Asolo alla data del 31 dicembre 2022, con figli nati tra il 1 gennaio e il 31 dicembre 2022 o adottati ed iscritti all’anagrafe comunale a partire dal 1 gennaio 2022 e con Isee in corso di validità uguale o inferiore a 30.000 euro.

La scadenza per la presentazione delle domande è fissata alle ore 12 di martedì 11 luglio 2023.

Istituito dall’Amministrazione come intervento a favore delle nascite, il Bonus Bebè comunale intende riconoscere le fondamentali funzioni educative e sociali svolte dalla famiglia, allo scopo di promuovere la formazione di nuovi nuclei familiari. Inoltre, l’erogazione del bonus bebè rappresenta un’importante forma di sostegno alla genitorialità, sia naturale che adottiva, volta ad affermare in modo universale il valore della natalità, della maternità e della paternità, favorendo la tutela delle funzioni genitoriali.

Si tratta qundi di un aiuto economico concreto per cercare di invertire la crisi di natalità nazionale, diventata un deserto demografico.

“Il mio auspicio per il futuro è che il provvedimento adottato dall’Amministrazione comunale possa incentivare un cambio di rotta rispetto al trend negativo delle nascite che ha investito anche il nostro Paese – commenta il sindaco Mauro Migliorini -. Il Bonus Bebè vuole lanciare anche il messaggio ai futuri genitori che le istituzioni, a partire dal Comune, stanno dalla loro parte, credendo ed investendo su madri e padri.”

“Giunto ormai alla terza edizione, il Bonus Bebè può essere considerato una misura strutturale – afferma l’assessore alle Politiche sociali Andrea Canil -. Un aiuto concreto e tangibile a sostegno dei neo genitori”.

Altre agevolazioni sono state adottate per venire incontro alle esigenze delle famiglie, come la retta agevolata ai centri estivi per i residenti, oltre agli interventi di sostegno alle famiglie in situazione di difficoltà.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
0
Shares
Articoli correlati