I bambini dell’asilo incontrano gli ospiti del “Progetto Sollievo” contro l’Alzheimer: al Maglio di Pagnano la semina della gentilezza

Le risate dei bambini incontrano la pazienza silenziosa degli ospiti dell’Auser al Maglio di Pagnano e, sporcandosi un po’ le mani di terra, piantano i semi di un futuro in cui saper dire “grazie” e “per favore”: questo è l’ideale a cui ambisce l’iniziativa regionale “Il Veneto semina Gentilezza” a cui hanno partecipato qualche giorno fa i bimbi dell’ultimo anno dell’asilo di Asolo centro storico, organizzata dall’assessorato alla gentilezza del Comune, che è stato ideatore e capofila del progetto.  

Un’occasione per portare i più piccoli in compagnia “dei nonni e delle nonne” (così sono stati definiti durante la mattinata) seguiti dall’associazione Auser, che proprio negli spazi a fianco al Maglio trovano sollievo dalle conseguenze dell’Alzheimer.

Sono state la signora Dorina, Lina, Giuliana e il signor Dino, oltre ai volontari del “Progetto Sollievo” Giuliana, Gabriele, Rosanna e Guerrino ad aiutare i bambini nella semina, riempiendo dei vasetti da loro decorati e posizionandoli in un’aiuola vicina all’ingresso dell’antico edificio del maglio.

Ad accoglierli e coordinare l’iniziativa anche l’educatrice comunale Annalisa, oltre all’assessore alla gentilezza e ai servizi sociali Andrea Canil.

“Siamo qui per creare un legame intergenerazionale tra i bambini e gli anziani e in particolare oggi stiamo collaborando con il progetto Sollievo, – afferma Canil, – Un ringraziamento all’Auser per il coinvolgimento dei propri ospiti. Faccio un appello perché l’associazione ha bisogno di volontari che portino avanti un servizio come questo e che quindi continuino a dare sollievo”.

(Foto: Qdpnews.it © riproduzione riservata).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati