Pagnano, aule e giardini senza confini per la nuova Scuola Primaria “Bernardi Torretto”: approvati progetto preliminare e studio di fattibilità

A Pagnano la nuova scuola primaria si farà nel punto dove sorge lo stabile attuale, a piano unico e con una filosofia tutta green: il progetto preliminare è stato approvato dalla giunta comunale di Asolo nei giorni scorsi e anche lo studio di fattibilità, redatto dall’architetto Tommaso Gasparini dello Studio Mtma Architetti, ha ottenuto parere positivo, portando l’idea allo stadio successivo, ancora lontano dal poter fornire i dettagli sul cantiere ma già definito su parametri molto precisi.

L’edificio dove oggi sorge la Scuola dell’Infanzia “Bernardi Torretto”, costruito nel lontano 1938, non è adattabile alle normative vigenti in fatto di vulnerabilità sismica: per questo motivo verrà demolito e sostituito completamente con una struttura all’avanguardia, capace di garantire non soltanto sicurezza ma anche fruibilità e ottimizzazione degli spazi.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è asolo-esterna-2-190421-1600x900.jpg

Nel progetto l’immobile viene descritto come un unico piano molto luminoso, con dimensioni contenute e forme semplici, privo di barriere architettoniche.

La sua progettazione sembra tenere in considerazione anche un aspetto didattico fin da questa fase: viene indicato che l’edificio “prevedrà la continuità tra spazi interni ed esterni per evidenziare il contesto verde esistente e agevolare una didattica che valorizzi l’armonia con la natura e il rispetto dell’ambiente”. Questo sarà possibile attraverso l’utilizzo di parti in legno e porticati, capaci di confondere il giardino con gli spazi interni.

L’edificio sarà composto da una zona di ingresso e di accoglienza, 3 aule e relativi servizi igienici, mensa, cucina e vani accessori, una sala polivalente, un dormitorio, un ufficio servizi per gli insegnati, un vano tecnico e spazi accessori per la centrale termica e tecnologica, oltre a una piccola lavanderia, un magazzino, un portico di servizio e l’area deposito per i rifiuti.

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è asolo-esterna-3-190421-1600x900.jpg

Come spiega il sindaco Mauro Migliorini, per riuscire a sostenere la realizzazione dell’opera da oltre 1,2 milioni di euro, il Comune di Asolo parteciperà a bandi ministeriali dedicati, per cercare di coprire il 48% dell’investimento totale, inoltre approfondirà la possibilità di ottenere ulteriori finanziamenti attraverso opere di efficientamento energetico su immobili pubblici.

Anche questo progetto si sposa con la filosofia “green” che questa amministrazione sta portando avanti con lungimirante convinzione – afferma il primo cittadino, – Perché la scuola di domani si costruisce oggi”.

Si dà quindi il via al percorso di realizzazione di un’opera che, specie partendo da questi presupposti, verrà attesa con grande aspettativa dalla comunità di Pagnano: la didattica all’aperto con vista sulle colline potrebbe essere uno dei grandi vantaggi di cui godranno le generazioni asolane di domani.

(Foto: Comune di Asolo).
#Qdpnews.it

Articoli correlati