Caerano di San Marco piange l’88enne Mosè Bordin, aveva la passione della storia locale e amava scrivere e tramandare le tradizioni religiose e popolari

La comunità di Caerano di San Marco ha perso un pezzo della sua storia con la scomparsa di Mosè Bordin, mancato all’affetto dei suoi cari all’età di 88 anni.

L’uomo, terzo di 13 fratelli, era sposato da 59 anni con Carmelina Porro e il 18 ottobre del 2020 aveva vissuto una grande tragedia perdendo la figlia Monica in un incidente stradale (vedi articolo).

Bordin ha lavorato in Brianza e nell’amministrazione ospedaliera a Belluno e a Montebelluna fino alla pensione.

Era molto attivo nel volontariato e per tanti anni è stato presidente dell’Aido di Caerano di San Marco, di cui fu uno dei fondatori.

“Aveva la passione della storia locale e amava scrivere e tramandare le tradizioni religiose e popolari di Caerano, fra i suoi libri si ricorda ‘Raccontami nonno’ – spiegano dall’amministrazione comunale – Fu per tanti anni collaboratore in parrocchia, nel consiglio economico, nella stesura del foglietto parrocchiale e nell’animazione liturgica”.

“Negli anni 1962 e seguenti fu ideatore e regista di una sacra drammatizzazione che si rappresentava il Venerdì Santo in paese – concludono – Era conosciuto nella comunità, anche se negli ultimi anni, a causa dell’età e della salute precaria, era costretto a rimanere in casa. Condoglianze a tutta la famiglia da parte dell’amministrazione comunale di Caerano di San Marco”.

L’ultimo saluto al caro Mosè avrà luogo sabato 16 ottobre, alle ore 15.30, nella chiesa parrocchiale di Caerano di San Marco.

(Foto: Comune di Caerano di San Marco).
#Qdpnews.it

Total
28
Shares
Articoli correlati