Il consigliere comunale Fabio Spadetto si dimette: “Problemi personali e impegni di lavoro, ma anche difficoltà di dialogo e condivisione in amministrazione”

Doccia fredda in questo caldo mese di agosto per il gruppo di maggioranza in consiglio comunale a Caerano di San Marco: nel pomeriggio di oggi, venerdì 12 agosto, si è dimesso Fabio Spadetto, consigliere comunale con delega ai Rapporti con consorzi e società di servizi pubblici e decoro urbano.

Circa un mese fa Spadetto era intervenuto rilasciando delle dichiarazioni a Qdpnews.it – Quotidiano del Piave in merito agli interventi effettuati da Ats per riqualificare la rete idrica nel territorio del suo Comune (vedi articolo).

“Buongiorno amici caeranesi – si legge in una nota del consigliere dimissionario -. Vi scrivo con molta difficoltà e sofferenza. Purtroppo, per motivi personali e problemi in amministrazione, con decorrenza dalla data odierna vi comunico le dimissioni da consigliere comunale e contestuale consegna delle deleghe attribuitemi. I motivi, oltre a problemi personali e impegni di lavoro, sono le profonde difficoltà di dialogo e condivisione tra alcuni colleghi di amministrazione. Io ritengo che ognuno debba assumersi le sue responsabilità”.

Spadetto ammette di aver fatto diverse assenze ed errori per problemi personali e di salute e precisa che il suo impegno in Comune e le sue proposte, che hanno riguardato soprattutto la sistemazione del territorio di Caerano, sono sempre state accantonate per mancanza di denaro non arrivando neanche, a detta dello stesso consigliere dimissionario, alla possibilità di iniziare una reale discussione.

“Faccio riferimento alla sistemazione dei marciapiedi delle Rive – prosegue -, alla sostituzione delle griglie nelle canalette di scarico delle acque meteoriche lungo le Rive (pericolo per veicoli, moto e biciclette), all’esecuzione di interventi di miglioramento del percorso di via Vallon per rendere importante il nostro territorio e alla valutazione di esecuzione della rotonda tra via De Gasperi e via Montello, viste le numerose difficoltà di accesso con i veicoli. Inoltre, la valutazione di sistemazione dei ‘capitelli’ di località Madonette, la valutazione della sistemazione delle numerose aiuole con impianto idrico e fiori-piante, la valutazione di collaborazioni con i Comuni limitrofi per vigilanza e controllo del territorio”.

A questo lungo elenco si aggiungono la valutazione con Contarina sulla sostituzione di cestini pubblici con inserimento della raccolta di rifiuti animali, l’incentivazione della pulizia delle caditoie e sanificazione, gli incontri con la comunità per un confronto vicino alla realtà dei concittadini rispettando le norme anti Covid.

“Sono alcune proposte che da diverso tempo e soprattutto all’inizio dell’impegno amministrativo avevo proposto – aggiunge -. L’unico impegno che sono riuscito a portare un po’ a termine sono stati gli interventi di Alto Trevigiano Servizi per condotte idriche obsolete che il nostro Comune è da decenni che non ristrutturava. Ricordo quindi via Moresca, via Corazzin e via Settembre 1944 (investimenti e lavori della società pubblica in cui lavoro da decenni)”.

“Mi scuso profondamente con i caeranesi che mi hanno votato – conclude Spadetto -. Se avrò la possibilità e mi darete la possibilità nel prossimo futuro di potermi proporre in nuove elezioni, cercherò di dare la mia disponibilità in base alle persone che mi affiancheranno. Chiudo ringraziando gli ex colleghi amministratori attuali e auguro a loro e ai dipendenti comunali di poter valorizzare e riportare il nostro paese in uno stato economico, sociale e territoriale di ottimo valore. Ne abbiamo profondamente bisogno”.

(Foto: Facebook).
#Qdpnews.it

Total
1
Shares
Articoli correlati