Cappella Maggiore, periodico comunale senza la voce della minoranza, protesta il gruppo Gilberto Cannella Sindaco: “Si faccia un regolamento”

Un periodico di informazione senza la voce della opposizione: è questo che il gruppo Gilberto Cannella sindaco rinfaccia all’amministrazione guidata dal sindaco Vincenzo Traetta.

A far scattare la scintilla della polemica il fatto che nelle scorse settimane è giunto a tutte le famiglie di Cappella Maggiore il periodico di informazione dell’amministrazione comunale “La Fontana” che ha come editore il Comune di Cappella Maggiore e per redazione il Municipio.

Stiamo parlando di un periodico pagato da tutti,  che esce solo quando si avvicinano le elezioni visto che il numero precedente, il n. 12, è uscito a marzo 2017 a tre mesi dalle elezioni comunali del giugno dello stesso anno – puntualizzano i consiglieri di minoranza – Abbiamo anche rilevato come diverse citazioni riportate nel giornale siano anche frutto di proposte e di collaborazione dell’opposizione che ha ripetutamente approvato in Consiglio Comunale proposte e delibere della maggioranza dimostrando più di condividere ogni proposta utili per i nostri cittadini”.

E qui l’accusa: nonostante la buona volontà di collaborazione non ci sarebbe stato un riconoscimento: “Come conseguenza non avete pensato di coinvolgere anche la minoranza consiliare, magari proponendoci di gestire almeno una delle 24 pagine che compongono la rivista. E anche le associazioni del comune compaiono solo parzialmente: quante di loro non sono neanche state interpellate”.

Da qui la presentazione di una mozione che sarà discussa nel prossimo consiglio comunale nella quale si chiede l’impegno al sindaco e alla giunta di tracciare un regolamento per la redazione del periodico di informazione dell’amministrazione comunale, che preveda il coinvolgimento delle opposizioni e di tutte  le associazioni di Cappella Maggiore. E magari con pubblicazioni costanti.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati