Carabinieri, continuano i controlli sul territorio della Marca: arresti a Cison di Valmarino (condanna per rapina) e Pieve del Grappa (evasione)

Intensa attività dei Carabinieri della provincia di Treviso: nell’Alta Marca, in particolare, i militari hanno proceduto nelle scorse ore a due arresti.

Nella mattinata di ieri, martedì, i Carabinieri della stazione di Cison di Valmarino hanno arrestato C. M. L., 27enne cittadino senegalese, operaio, pregiudicato per delitti contro il patrimonio, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dall’Autorità Giudiziaria di Venezia, dovendo egli espiare 11 mesi e 28 giorni di reclusione per una rapina con lesioni personali avvenuta nel marzo 2019 in un supermercato di Conegliano, quando avrebbe aggredito una guardia giurata dopo avere asportato delle bottiglie di alcolici. L’arrestato è stato posto in regime di detenzione domiciliare nella propria abitazione.

Nel pomeriggio, in via Zardo a Pieve del Grappa i Carabinieri della locale stazione, al termine di un servizio di osservazione, hanno arrestato in flagranza del reato di evasione T. N. E., 44enne cittadino marocchino, gravato da precedenti penali, sottoposto al regime di detenzione domiciliare, il quale si era allontanato dalla propria abitazione senza averne alcuna autorizzazione. Nel momento in cui è stato fermato dai militari, si trovava insieme ad una 37enne della provincia di Vicenza la quale, sottoposta a perquisizione, è stata trovata in possesso di un coltello e conseguentemente denunciata per porto di oggetti atti ad offendere. L’arrestato è stato ricondotto nella sua abitazione.

Nella tarda serata, in Villorba, lungo via Postioma, i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato un 47enne sorpreso alla guida di un’autovettura in evidente stato di abbrezza alcolica.

Nella tarda mattinata, a Riese Pio X, i Carabinieri della locale stazione hanno denunciato per minaccia aggravata un 51enne di Castelfranco Veneto, operaio, con precedenti per guida sotto l’effetto di alcolici, il quale, a seguito di un diverbio con un altro automobilista per questioni di viabilità, in piazza Giorgione, lo ha minacciato con una pistola scacciacani, successivamente sequestrata.

Nella mattinata di ieri, infine, i Carabinieri di Ponte di Piave hanno arrestato R. H., 41enne cittadino marocchino, disoccupato, noto alle forze dell’ordine, in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Treviso, dovendo espiare la condanna a 9 mesi di reclusione per guida in stato di ebbrezza alcolica commessa cinque anni fa a Oderzo. Anche in questo caso l’arrestato è stato posto in regime di detenzione domiciliare a casa sua.

(Foto: archivio Qdpnews.it)
#Qdpnews.it

Total
28
Shares
Articoli correlati