Il “progetto Ape” sbarca a Cison di Valmarino, 30mila api hanno preso casa a Tovena, ai piedi del San Boldo

Il “progetto Ape” sbarca a Cison di Valmarino. Obiettivo promuovere la presenza delle api sul territorio, ma anche favorire la conoscenza del ruolo importante e strategico per l’ecosistema svolto da questo infaticabile insetto.

Promossa da Savno e dal consiglio di bacino Cit, in collaborazione con Apat, l’associazione degli apicoltori veneti, e Legambiente, all’iniziativa ha voluto aderire anche l’amministrazione comunale cisonese.

Da un paio di giorni – spiega l’amministrazione comunale – sono attive a Tovena 3 nuove arnie con circa 30mila nuove ospiti. Grazie ad Horses and Donkeys per l’ospitalità e la cura del progetto in un ambiente ideale, immerso nella natura ai piedi del San Boldo”.

Horses and Donkeys ha già in programma per l’estate iniziative pensate per i bambini dedicate anche a conoscere le api, oltre agli altri animali presenti nella fattoria.

Quanto al “progetto Ape”, l’amministrazione ricorda che “oltre ad aiutare la qualità dell’ecosistema, l’iniziativa è stata attivata per far conoscere l’importanza delle api. Verranno a breve programmate attività di formazione con insettologi dedicate in particolare ai bambini”.

Cison di Valmarino è il primo comune della Vallata ad aderire al progetto. A breve potrebbe aggiungersi il comune di Revine Lago che proprio in queste ore si è attivato con Savno per poter partecipare all’iniziativa e ricevere tre arnie con api da collocare sul territorio, portando avanti iniziative di sensibilizzazione sull’insetto.

(Foto: Comune di Cison di Valmarino).
#Qdpnews.it

Total
11
Shares
Articoli correlati