Sodalizio tra Codognè e il Comune messicano di Ixtlahuacán de los Membrillos per la festa della mela cotogna: “Prossimo step il gemellaggio”

Diecimila e duecento chilometri eparano Codognè da Ixtlahuacán de los Membrillos, ma i due Comuni sono uniti nella celebrazione del “membrillo”, o “mela cotogna”, che si svolge ogni anno.

“Ixtlahuacán de los Membrillos” o Ixtlahuacán della Mela Cotogna è un Comune con più di 40 mila abitanti della regione di Jalisco, in Messico.

Il Comune porta il nome della mela cotogna per l’importanza che questo frutto ha nel territorio: nello stemma si può apprezzare, infatti, il disegno di un albero di cotogne.

E proprio dal Messico c’è stato il ringraziamento ufficiale a Codognè tramite un post Facebook da parte del sindaco della località messicana Heriberto Garcia (nella foto): “Apprezziamo le attenzioni del Comune di Codognè che ci unisce alla celebrazione per il “membrillo”. Speriamo presto di formalizzare il gemellaggio dei nostri popoli e di realizzare scambi culturali e gastronomici. Un grazie al sindaco Lisa Tommasella”.

“A luglio di ogni anno si celebra il “Festival del Membrillo” (Festa della Mela Cotogna), motivo per il quale ci siamo avvicinati a questa realtà tanto lontana quanto simile alla nostra” afferma l’assessore alla cultura Marijana Maksimovic.

Il “Festival del Membrillo” risale al 2015. Si tratta di un’iniziativa per promuovere la cultura intorno a questo frutto d’importanza locale e a cui si fa risalire il toponimo del Comune.

Durante il festival si realizzano attività artistiche e culturali, come spettacoli di musica e ballo con compagnie folkloristiche del posto e invitati da paesi vicini. Il festival comprende anche show cooking, concorsi gastronomici e vendita di prodotti tipici e a base di mela cotogna.

“Un’iniziativa molto vicina alla nostra, quella della festa della mela cotogna che ha raggiunto nel 2021 la sua XXI edizione, ospitando, tra l’altro, la quarta edizione del “Mercato delle Piccole Produzioni Locali” precisa Maksimovic.

All’interno della manifestazione è possibile acquistare prodotti tipici a base di mela cotogna, lavorati artigianalmente da volontari del luogo.

L’evento ospita associazioni locali e hobbisti, offrendo animazioni per bambini, laboratori per grandi e piccini, pedalate o passeggiate ecologiche. Per tutto il mese di ottobre è possibile assaporare i vari piatti preparati con la mela cotogna in ristoranti, panifici, gelaterie e bar che aderiscono all’iniziativa “Ristorando”.

Inoltre il “Parco della Mutera” accoglie il “Giardino della Mela Cotogna”, costituito da cotogni di diverse varietà oltre a quella autoctona, il ”cotogno”.

“Causa Covid con il Comune messicano è slittato tutto ma abbiamo firmato una lettera di impegno che vede come obiettivo il gemellaggio” conclude Maksimovic.

(Foto: Facebook Heriberto Garcia).
#Qdpnews.it

Total
9
Shares
Articoli correlati