Colle Umberto, muretto di contenimento sul terraglio regolare. Il sindaco Coletti risponde all’interrogazione, ma la minoranza non molla

La minoranza lo aveva definito un abuso edilizio alla luce del sole: sul muretto di contenimento in cemento armato all’imbocco della stradina per andare al Terraglio vicino a via Zanucchi era stata presentata una interrogazione, nella quale Enos Baggio, il capogruppo de Il Futuro Comune aveva chiesto “come sia stato possibile affidare dei lavori senza un progetto, senza una direzione lavori e senza le autorizzazioni necessarie dato che per le opere in cemento armato serve l’approvazione da parte del Genio civile”.

Alla richiesta di accesso agli atti non sono risultati presenti progetti. Non solo: anche sulla base di quale criterio sia stata ritenuta corretta la somma di 11mila euro per i lavori: “Questo dato che mancano i disegni ed il computo di quanto c’era da fare. Che garanzie si sente di dare il Sindaco?”.

Il sindaco Sebastiano Coletti, nel corso del consiglio comunale della scorsa settimane ha ammesso che effettivamente non era stata data una risposta esaustiva al consigliere perché la determina dei lavori “ era stata assunta – ha detto il sindaco – dall’allora responsabile di Area, attualmente non più in forze all’Ente. Ma sul sito web comunale risulta pubblicata la determina senza tuttavia il materiale da allegare”.

Il muro “abusivo” di contenimento insomma era stato realizzato a seguito di uno smottamento del terrapieno in via Zanucchi per il maltempo, poiché sul sito erano stati intrapresi degli interventi di disboscamento e pulitura in collaborazione con l’Associazione Alpini e la Protezione Civile, per liberare l’accesso alle contraeree riportate alle luce dal versante di Via Zanucchi.

Gli interventi, con l’asporto di grosse avevano smosso il terreno sino in prossimità dei due piloni della linea elettrica, costringendo a intervenire con urgenza nel mettere in sicurezza anzitutto i plinti dei predetti piloni, mediante l’asporto del terreno non compatto e la realizzazione di un muro di contenimento.

Sulla base di quanto indicato, la spesa per l’intervento, come preventivata dalla ditta incaricata, era stata ritenuta congrua da parte dell’Ufficio Tecnico. Tutto regolare insomma.
Coletti ha confermato che il muro realizzato è stato inserito nell’autorizzazione richiesta al Genio Civile con deposito dei relativi disegni e dei calcoli.

Le risposte tuttavia non hanno soddisfatto la minoranza, e il capogruppo Baggio,  che si è riservato ulteriori accertamenti.

(Foto:
#Qdpnews.it

Total
2
Shares
Articoli correlati