Colle Umberto, tradito dal navigatore satellitare, Tir straniero nel fosso lungo via Cardenzin. Sul posto i vigili del fuoco con l’autogru “in deroga”

Il navigatore satellitare ha tradito ancora e una possibile scorciatoia per raggiungere la destinazione si è rivelata una trappola per l’incauto conducente straniero di un Tir che oggi, verso mezzogiorno, si è avventurato lungo via Cardenzin, una strada comunale che partendo dalla zona del “Tosano” sbuca lungo la salita di via Roma. Da sottolineare che all’inizio della strada è evidente il segnale di divieto di transito per i camion.

Nell’affrontare una curva il rimorchio è uscito di carreggiata e rischiava di ribaltarsi nel fosso.

Non è stato semplice per i Vigili del fuoco, arrivati sul posto con una imponente autogru, togliere d’impaccio e rimettere sulla strada il pesante mezzo: ci sono volute più di tre ore di lavoro.

Oltre alla difficoltà delle manovre necessarie per l’intervento, c’era infatti il problema che l’autogru, pesante oltre 400 quintali, doveva passare su un ponticello di via Cardenzin con portata limitata a 35 quintali. I vigili del fuoco sono riusciti a passare grazie all’intervento della ditta De Nardi di Vittorio Veneto, chiamata dal Comune, che ha posizionato delle speciali piastre d’acciaio, le quali hanno permesso al mezzo di soccorso di raggiungere il posto.

Il tutto sotto la supervisione del sindaco Sebastiano Coletti, che ha autorizzato il posizionamento delle piastre, e della Polizia locale, che poi ha sanzionato l’autista del Tir non appena il mezzo, verso le 15.30, ha potuto proseguire il viaggio verso una ditta locale alla quale doveva consegnare delle merci.

(Foto: per gentile concessione di un lettore).
#Qdpnews.it

Total
29
Shares
Articoli correlati