Conegliano, 54enne a processo per violenza sessuale sulla figliastra 16enne. Lui si difende: “Erano solo gesti d’affetto”

Si è aperto ieri il processo al patrigno 54enne di Conegliano accusato di aver molestato la figliastra di 16 anni.

L’udienza è stata subito rinviata a causa dell’assenza del giudice. L’uomo deve rispondere di violenza sessuale su minore nei confronti della ragazzina che aveva visto crescere. La vittima è la figlia 16enne della compagna.

L’uomo aveva stretto una relazione con la madre quando la piccola aveva 5 anni. Un rapporto, dal quale era nata anche un’altra bambina, che sembrava serio e solido. Fino a quando la figlia della compagna è diventata adolescente e il suo corpo è cambiato. A quel punto l’uomo avrebbe iniziato a molestarla.

Con abbracci e carezze che si sarebbero fatti sempre più morbosi e inappropriati. Fino ad arrivare a veri e propri palpeggiamenti e baci in bocca.

Nel dicembre 2018 la ragazzina ha trovato il coraggio di parlarne con la madre e di denunciarlo.

A conferma delle sue accuse, la 16enne ha fornito agli inquirenti alcuni file audio con le registrazioni delle molestie del patrigno. L’uomo, difeso dall’avvocato Paolo Pastre ha respinto ogni accusa, e si difende: “Erano solo gesti d’affetto”.

(Foto: archivio Qdpnews.it).
#Qdpnews.it

Articoli correlati